Salute: Favoriti (Psaf), “sul rischio clinico necessaria una unica normativa europea”


”Dal nuovo gruppo di lavoro della associazione, coordinato dal Presidente Nazionale Raffaele Zinno si e’ deciso di porre le basi per una  serie di interventi e iniziative che hanno al centro degli obiettivi il rischio clinico e la tutela della persona”.
Cosi’, Omar Favoriti, nuovo vicepresidente del Psaf,  l’Associazione Scientifica delle Professioni sanitarie, assicurative e forensi, accreditata presso il Ministero della Salute, ha illustrato la strada che intende  intraprendere l’Associazione che si prepara ad essere ”ancor di più un punto di riferimento per i suoi associati”. Dopo aver spiegato come l’informazione e la comunicazione sono due cardini importanti per gli associati con l’introduzione di newsletter periodiche e il nuovo sito web, Favoriti e’ entrato nel merito spiegando le iniziative del Psaf.

”Si sta lavorando a due importanti progetti – ha sottolineato – che rafforzano il nostro ruolo istituzionale in Italia e in Europa. Si svolgeranno infatti a Roma il prossimo 1 e 2 dicembre – ha annunciato il vicepresidente del Psaf – gli Ica Days in collaborazione con l’Hcrm l’associazione scientifica di risk manager e con Community Media Network ‘Disinfezione.org’, che hanno l’obiettivo di portare all’attezione del mondo sanitario e al tavolo del prossimo governo, il preoccupante livello delle infezioni correlate all’ assistenza, come anche gia’ segnalato dall’ Oms”. Il secondo progetto che partira’ nel  prossimo mese di settembre prevede la costituzione di un gruppo di lavoro multidisciplinare e trasversale per ”l’armonizzazione di tutte le leggi e le linee guida nazionali in ambito di gestione del rischio clinico e che ponga le basi per unica normativa europea”. 

   “Questi due progetti – ha fatto presente Raffaele Zinno, Presidente Nazionale di PSAF – si pongono l’obiettivo di porre le basi per una garanzia di salute a livelli minimi accettabili per ogni persona in qualsiasi paese d’Europa, nel rispetto della dignità dell’uomo e garantendo i livelli di sicurezza delle cure anche al riparo dalle maggiori cause che determinano le infezioni di cui errore umano e scarsa formazione sono sicuramente due fattori determinanti”.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Avezzano si prepara a salutare la clinica Santa Maria: verrà demolita

Avezzano – Da tempo in preda al degrado la struttura della clinica Santa Maria di Avezzano verrà demolita. La città di Avezzano dunque si prepara a salutare un altro edificio ...


Problemi alla linea elettrica sulla ferrovia Avezzano-Sulmona: riapertura prevista slittata a settembre

Contrariamente a quanto inizialmente previsto da RFI la risoluzione del problema alla linea elettrica sulla ferrovia Roma-Avezzano-Sulmona-Pescara sta andando per le lunghe. La previsione di ...

Ortona dei Marsi, a breve entrerà in funzione il nuovo pulmino donato dal PNALM

Ortona dei Marsi – Sta per entrare in funzione il nuovo pulmino del comune di Ortona dei Marsi, totalmente elettrico e donato dal Parco Nazionale ...

Cane legato ad un palo e abbandonato tra i rovi sotto il sole nei pressi dello zuccherificio, ora cerca una nuova casa

Si avvicina ferragosto e, come purtoppo accade ogni anno, cresce il numero degli animali domestici abbandonati. L’ultimo episodio è stato segnalato nei pressi dello zuccherificio ...

Auto in fiamme sull’autostrada A 25 nei pressi di Cocullo

Oggi intorno intorno alle 15.30, sull’autostrada A 25, tra Sulmona e Cocullo all’altezza del Km 127, un’automobile è andata in fiamme. Oltre 2km e mezzo ...