Risanato il Comune di Scurcola Marsicana. Approvato l’atto di ritiro del Piano di Riequilibrio Economico Finanziario, annullato disavanzo di più di 2,6 milioni di euro

Scurcola Marsicana – Nella seduta straordinaria del Consiglio Comunale di giovedì 18 giugno 2020, è stato approvato, con il consenso del Ministero degli Interni, l’atto di ritiro del Piano di riequilibrio economico finanziario decennale. Annullato, in soli 4 anni, un disavanzo complessivo di 2.685.937,49 €. Presenti il responsabile dell’Area economico finanziaria dell’Ente, dott. Mario Sulpizio, nonché il Revisore dei Conti. dott. Claudio Fusco, che hanno potuto mettere in evidenza gli ottimi risultati raggiunti in relazione all’oggettività ed all’improcrastinabilità delle problematiche affrontate negli ultimi quattro anni.

Nel 2017, a causa del parere negativo sulla congruità dei conti da parte del Revisore Legale dell’Ente ed in ottemperanza alle prescrizioni di legge in materia di salvaguardia degli equilibri di bilancio, veniva approvato il Piano di Riequilibrio economico finanziario decennale del Comune di Scurcola Marsicana. Le potenziali spese legali relative alla nota causa Biolite, per complessivi € 1.602.214,97, nonché la rilevazione di oltre € 1.000.000 per disavanzi di amministrazione non coperti da liquidità di cassa e residui attivi per crediti non esigibili, stavano proiettando il Comune di Scurcola Marsicana verso il Dissesto ed il Commissariamento.

È stato così avviato l’iter di risanamento dell’ente. “È stata una decisione necessaria ad evitare il dissesto del Comune” dichiarava allora il Sindaco Maria Olimpia Morgantema abbiamo portato a compimento un’operazione di grande importanza per il futuro del nostro Ente; ora abbiamo i conti in ordine e ciò garantirà all’Ente comunale la stabilità economico finanziaria del prossimo futuro, restituendo ai cittadini un Comune sano e solido“.

Nella seduta consiliare del 4 giugno 2020, l’Amministrazione ha approvato il Bilancio Consuntivo al 31.12.2019 col quale è stato possibile constatare che il Piano di Riequilibrio pluriennale 2017/2026 può essere ritenuto superato grazie al fatto che il Piano di Riequilibrio 2017/2026 ha sviluppato complessivamente € 1.079.310,51. Spiega il Sindaco Morgante: “Abbiamo affrontato un percorso molto più complesso di quanto si possa immaginare, lo abbiamo fatto per senso di appartenenza: accettare una sfida di tale portata non era affatto semplice, ma lo rifaremmo altre migliaia di volte nella consapevolezza che non sempre è possibile convivere con problemi; alcuni problemi hanno l’obbligo di essere risolti, ma per risolverli bisogna avere innanzitutto il coraggio di affrontarli! Potevamo tranquillamente consegnare le chiavi del Comune al Commissario prefettizio fin da subito, ma volevamo risanare l’Ente per restituire alla cittadinanza un Comune sano e solido. Possiamo finalmente dimostrare al Ministero dell’Interno e quindi a tutta la cittadinanza, che oggi il Comune di Scurcola Marsicana è sano e solido!“.