Ricerche dei quattro dispersi sul Monte Velino



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Aggiornamenti live ricerche – Sono riprese fin dalle primissime ore di luce di questa mattina le operazioni di ricerca dei quattro dispersi sul Monte Velino. Con il previsto miglioramento delle condizioni meteo, questa mattina sarà possibile trasportare con gli elicotteri i cani da valanga fino alla quota di 1800 m., zona in cui è stata individuata l’area di ricerca. Sarà trasportato in quota con gli stessi elicotteri anche un ponte radio dei Vigili del fuoco per assicurare la comunicazione tra i soccorritori.

Saranno utilizzati anche droni per la supervisione aerea delle operazioni di ricerca. Il piano operativo è stato stabilito nella riunione serale tenuta al termine della giornata di ieri alla quale hanno tutte le Forze coinvolte nella ricerca. Il coordinamento delle operazioni è svolto dal posto di comando avanzato (PCA) dei Vigili del fuoco, posto nel centro sportivo della frazione di Forme di Massa d’Albe.

Aggiornamento 09:18

Giro di ricognizione di un elicottero del 118 nella zona nella quale è stato captato il segnale del cellulare di uno dei dispersi. Si stanno valutando le condizioni e la pericolosità del luogo in attesa di poter intervenire. In attesta della conclusione del giro di ricognizione, partono le squadre dei soccorritori.

Aggiornamento 09:25

Si sta alzando in volo anche un elicottero della guardia di finanza.

Aggiornamento 10:15

Stanno partendo le unità cinofile per raggiungere la prossimità del punto dove si stanno focalizzando le ricerche. Il zona è impervia e difficilmente raggiungibile con un rischio valanghe molto elevato. una volta trasportati in quota gli uomini e i loro cani sarà deciso se mandare una o più squadre sul punto d’interesse.

 

Aggiornamento 10:30

Tutti gli elicotteri disponibili sono i volo e stanno controllando l’area di ricerca.

Aggiornamento 11:10

L’elicottero del 118 e Soccorso Alpino Speleologico Abruzzo continua a trasportare uomini e tecnologie sull’area di ricerca. Pronti anche i mezzi dell’Esercito

 

Aggiornamento 11:20

Sono al momento 51 operatori del Soccorso Alpino e Speleologico e delle unità cinofile, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, 118 regionale, Esercito Italiano e Carabinieri. Sono in arrivo altri 20 soccorritori da tutta Italia.
Tre elicotteri impegnati nelle operazioni di ricerca: 118, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco.

Aggiornamento 12:00

Nell’area dove si stanno concentrando le ricerche il manto nevoso è di oltre sei metri. Le sonde da valanga arrivano fino a tre metri e ci sono spesse lastre di ghiaccio .

Aggiornamento 12:45
Video
Video girato questa mattina da uno dei primi operatori del Soccorso Alpino elitrasportati in cresta per il posizionamento dei ponti radio utili a far comunicare le squadre sul fronte della valanga con il campo base.
Sulle stesse creste si sono successivamente posizionate delle ‘sentinelle’, operatori che monitorano costantemente eventuali spostamenti del manto nevoso a tutela di chi sta operando nei punti più esposti della valle.

Ricerche dei quattro dispersi sul Monte Velino

 

 

 

 

 

 

 

Aggiornamento 12:55

Il vescovo Pietro Santoro nel campo base dei soccorsi a Forme per esprimere a nome di tutta la Diocesi “la vicinanza e la preghiera in unione di cuore con i familiari dei quattro figli della nostra terra, e per comunicare la gratitudine a quanti con estrema abnegazione si stanno prodigando per l’attesa salvezza“.

 

Aggiornamento 13:05

Soccorso Alpino della Guardia Di Finanza, Parla il Maresciallo Capo Paolo Passalacqua. Ricerche concentrate sul punto dove è stato geolocalizzato il cellulare di uno dei quattro escursionisti.

Si spera nei cani e nelle sonde per la localizzazione.

Aggiornamento 13:40 (comunicato stampa Regione Abruzzo)
Continuano le ricerche dei quattro dispersi che nella giornata di domenica 24 gennaio erano partiti da Massa D’Albe per una escursione sul monte Velino. La recente valanga, il forte vento e la presenza di pericolosi accumuli di neve fresca rendono difficoltose le operazioni dei soccorritori.
Proprio nelle ultime ore si è tenuto un tavolo tecnico per studiare una strategia di accesso all’area di ricerca. Un’azione imponente quella messa in atto dalla Protezione civile regionale che prevede l’impiego di tre elicotteri, personale dei Vigili del Fuoco, Carabinieri, Esercito, Soccorso Alpino e volontari della protezione civile, oltre al personale della Protezione civile regionale. Nella mattinata di oggi erano presenti al campo base delle ricerche, per il coordinamento delle operazioni, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, il direttore dell’Agenzia di Protezione Civile Regionale, Mauro Casinghini, e il dirigente di Protezione Civile, Silvio Liberatore.

Aggiornamento 14:35

Squadre al lavoro senza sosta, si stanno  alternando nelle operazioni di soccorso.

Aggiornamento 16:20

Per la giornata di oggi stanno terminando le operazioni di ricerca e soccorso, metà delle squadre sono già rientrate.
Le ricerche dei 4 dispersi sul monte Velino riprenderanno domani mattina.


Fotogallery ore 9:52 (partenza le squadre di terra)

Fotogallery ore 8:40