Revocata l’ordinanza che vietava l’accesso ai sentieri Valle Majelama, Monte Cafornia e Peschio Rovicino della Riserva Monte Velino



Massa d’Albe – Nell’agosto del 2021 il Sindaco del Comune di Massa d’Albe aveva emanato un’ordinanza con la quale disponeva il divieto di accesso e transito, dal 15 novembre al 30 aprile di ogni anno, dei sentieri n. 8 (Valle Majelama), n. 7 e 7A (Monte Cafornia) e n. 9 (Peschio Rovicino) della Riserva Naturale Orientata “Monte Velino”, per motivi di sicurezza pubblica inerente l’incolumità delle persone e delle cose.

Ebbene, adesso, lo stesso Sindaco, Nazzareno Lucci, ha emanato una nuova ordinanza con la quale revoca la precedente. Di recente, infatti, si è avuta l’approvazione del Regolamento delle rete degli itinerari sentieristici ricadenti all’interno del Parco naturale Regionale Sirente-Velino per cui le regole sono cambiate. In sostanza il tracciati prima vietati ora sono di pertinenza della REASTA (Rete Escursionistica, Alpinistica, Speleologica e Torrentistica d’Abruzzo).

Come si legge nelle premesse del nuovo dispositivo, secondo quanto stabilito dall’art. 3, comma 4 bis, della LR 42/2016, “chiunque intraprende un percorso della REASTA lo fa sotto la propria responsabilità, usando la necessaria diligenza, rispettando i regolamenti, la segnaletica, non danneggiando le strutture di pertinenza e l’ambiente circostante“.




Leggi anche