Proteste dai cacciatori della Valle Roveto, “La Zona di caccia è troppo distante”, cacciatori più anziani costretti a rinunciare



Civitella Roveto – Disagi e proteste da parte dei cacciatori della Valle Roveto dopo la riunione dello scorso 19 settembre dell’Atc Roveto-Carseolano, l’Ambito Territoriale di Caccia.

Alla richiesta dei cacciatori di assegnazione di nuove zone di caccia, scadute ormai da un anno, l’Ambito Territoriale non ha potuto dare risposta poiché l’attività svolta dal Presidente dell’Ente, Carlo Piccirilli, può riguardare solo l’ordinaria amministrazione a causa del mancato rinnovo negli ultimi due anni delle cariche.

Una situazione di enorme difficoltà per la squadra di cacciatori della Valle Roveto denominata “I Nativi” che è costretta, per le battute di caccia, a doversi spostare fino ad Oricola a circa 80 km. dal luogo di residenza vista l’attuale vigenza delle aree assegnate nello scorso anno.

Tocci Iuri, capo squadra dei “I Nativi” ci spiega la situazione “sono il capo squadra di un gruppo di 20 cacciatori di cui 12 residenti a Civitella Roveto. Ho presentato a giugno la domanda per iscritto per avere l’assegnazione di una nuova zona di caccia visto che la precedente era scaduta.
Come squadra abbiamo rispettato tutte le regole riguardo ad esempio i requisiti del capo squadra e/o quelli riguardanti i residenti. Ma l’assegnazione delle nuove zone purtroppo non si è potuta fare per via del mancato rinnovo delle cariche dell’Atc.”

Ed ancora: “la zona libera dove poter cacciare è quella di Oricola a circa 80 km. di distanza dalla nostra zona di residenza. Domani inizia la caccia al cinghiale ma a malincuore non possiamo andarci. Nel mio gruppo infatti siamo tutti lavoratori ed abbiamo pagato le tasse di rinnovo ma siamo costretti a dover rinunciare alla nostra attività di caccia vista la distanza della zona dove è permesso cacciare. Ci sono 3 ultraottantenni che non possono spostarsi così lontano e dopo quasi settant’anni di caccia quest’anno dovranno rimanere a casa. Il prossimo anno dovrebbero rieleggere le cariche ma se rimane tutto così non cambierà nulla. Mi auguro che questa situazione si riesca a risolvere il prima possibile.”