Primo casa di coronavirus a Balsorano e intanto pochi minuti fa il premier Giuseppe Conte annuncia la chiusura di tutte le attività produttive non essenziali



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Balsorano – Da poco comunicato sui canali ufficiali di comunicazione del comune di Balsorano il primo caso positivo al coronavirus. e sui telegiornali l’edizione straordinaria dove  “Il governo ha deciso di chiudere ogni attività produttiva che non sia strettamente necessaria, cruciale, indispensabile a garantirci beni essenziali. Continueranno a rimanere aperti tutti i supermercati. Non c’è nessuna restrizione, invito tutti a mantenere la calma”. E’ questo l’annuncio del premier Giuseppe Conte alla nazione.

“Rallentiamo il motore produttivo del Paese, ma non lo fermiamo. Non è una decisione facile, ma si rende necessaria oggi per poter contenere quanto più possibile la diffusione dell’epidemia”.

E poi annuncia: “Restaranno aperti supermercati, alimentari, farmacie e parafarmacie. E i servizi essenziali saranno garantiti. Continueranno a venire assicurati i servizi bancari, postali, assicurativi e finanziari”. Poi raccomanda: “Invito tutti a mantenere la calma, no ad accaparramenti”.

Nella lista delle attività considerate essenziali ci sono – tra l’altro –  agricoltura, pesca, industria alimentare e delle bevande. I servizi di informazione e della comunicazione.

Notizia in aggiornamento