Peter Makrillos, il calciatore australiano innamorato dell’Italia e di Pescina



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Pescina – È giunta qualche ora fa, nella nostra redazione, la notizia di un calciatore professionista australiano che è stato nelle nostre zone per conoscere la famiglia della sua fidanzata ed è rimasto colpito dalle tradizioni e dalla storia del nostro territorio.

Si tratta di Peter Makrillos, centrocampista del Paniōnios, club che milita nella Souper Ligka Ellada, massimo campionato greco di calcio e della nazionale U21 australiana. 
Peter è nato in Australia, da una famiglia di origini greche, e qui ha conosciuto la bellissima Erica Capuzza, figlia di pescinesi residenti in Australia che spesso tornano nel loro paese d’origine per riabbracciare i loro cari. 
La sua carriera è iniziata nelle giovanili dello Stoke City, prestigioso club inglese, ed è poi proseguita per tre mesi nella struttura di La Masia della cantera del Barcellona. Nel 2014 è passato al Newcastle Town, due anni dopo al Rockdale City Suns e òa stagione successiva al Sydney Olympic fino ad arrivare, a gennaio 2018, a firmare un contratto prestigioso con una squadra professionistica europea, il Paniōnios appunto, da lui definita “una grande famiglia” sia per il rapporto con il presidente e la dirigenza che per l’affetto dei propri tifosi.

Alla notizia della sua visita a Pescina, abbiamo contattato un suo cugino acquisito, parente della fidanzata Erica, che ci ha riferito aver incontrato la coppia in vacanza in Italia e di aver poi accompagnato i due in Abruzzo per fare una sorpresa a tutti i familiari. Il ragazzo è rimasto colpito dalla bellezza dei luoghi marsicani e italiani e chissà se un giorno possa arrivare a vestire la maglia di un team italiano dato che è già nel mirino di alcune importanti società europee?

L’augurio della nostra redazione è che la carriera di questo splendido ragazzo possa continuare nel migliore dei modi verso un futuro radioso e magari di vederlo al prossimo mondiale con la propria nazionale.