Pericolo valanghe, l’appello dei sindaci dell’aquilano agli escursionisti



In previsione dell’arrivo di ulteriori nevicate nella giornata di domenica, accompagnate da una corrente di aria fredda, si raccomanda a chi si muove in escursioni in terreno d’avventura per alpinismo, scialpinismo o con le ciaspole, di informarsi sulle condizioni metereologiche e nivologiche tramite il sito MeteoMont, il servizio nazionale di monitoraggio e previsione del pericolo valanghe svolto dall’Arma dei carabinieri forestali per prevenire la perdita di vite umane e i danni dovuti alle slavine, dove è richiamato, tra l’altro, anche il pericolo valanghivo sul territorio dell’Appenino centrale.

Si raccomanda, altresì, di avere abbigliamento adeguato e munirsi di ARTVA, pala e sonda, che sono obbligatori per legge.
Questi i consigli forniti dai sindaci Pierluigi Biondi del Comune dell’Aquila, Valter Chiappini di Lucoli, Mauro Di Ciccio di Rocca di Mezzo, Gennarino Di Stefano di Rocca di Cambio e Angelo Simone Angelosante di Ovindoli, dopo il confronto con esperti di montagna come la guida alpina Agostino Cittadini, nel momento in cui il pericolo valanghe sul versante ovest del Gran Sasso e sul massiccio del Velino Sirente, indicato da MeteoMont, è di 2 moderato tendente a 3 marcato.

Si raccomanda, in particolare, di fare attenzione a muoversi su territori con una pendenza compresa tra 27 e 45 gradi, dove maggiormente si verificano attività valanghive spontanee.