Ovindoli, approvato il bilancio comunale 2018



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Ovindoli  – E’ stato approvato nel Consiglio Comunale del 27 Marzo scorso il Bilancio di Previsione per l’anno 2018.

Un Bilancio caratterizzato, ancora una volta, dal fatto che il Comune di Ovindoli è soggetto al Fondo di Solidarietà Comunale che per l’anno corrente corrisponde a più di 900.000 euro.

In base alle previsioni di entrata  sono stati programmati interventi per la sistemazione dei fondi per la sistemazione della pavimentazione stradale e la sistemazione della nuova sede temporanea del Comune in virtù della prossima ristrutturazione della residenza municipale. Nel Documento Unico di Programmazione sono state programmate le opere del Masterplan Abruzzo, la sistemazione del parcheggio in località “Pozzacchio” e  la realizzazione di nuovi loculi nei cimiteri di Ovindoli, San Potito e Santa Jona

“Con la situazione attuale – dice il Sindaco Angelo Simone Angelosante –  non si poteva fare di più. Voglio ringraziare il Vicesindaco con delega al Bilancio Raffaele Siciliano e i Consiglieri Comunali, la Responsabile dell’Area Economico-Finanziario Rag.  Nicolina Berardi unitamente a tutti i Responsabili e dipendenti comunali. Un ringraziamento sincero alla Segretaria Comunale Mery Sorrentino. Sugli investimenti la parola d’ordine è riqualificazione e manutenzione: in tal senso con la deliberazione di G.C. n.22 del 30-03-2018 l’Amministrazione ha approvato l’adozione del programma coordinato di interventi connessi e complementari agli interventi di ricostruzione pubblica finalizzati alla riqualificazione degli spazi pubblici e delle cavità danneggiate o rese instabili dal sisma e al miglioramento della dotazione di reti delle infrastrutture di servizi. Non dimenticando la delibera del CIPE che assegna 6 milioni di euro all’Altopiano delle Rocche e sulla quale stiamo lavorando ascoltando anche il parere dei cittadini.”




Lascia un commento