fbpx

“Bomba di Ortucchio”, pronti all’evacuazione, disinnesco previsto per domenica 15 dicembre. Ecco cosa fare

Ortucchio – Martedì prossimo, presso la Prefettura dell’Aquila, si svolgerà la riunione tecnica per definire le azioni e i provvedimenti necessari all’intervento del VI Genio pionieri di Roma, previsto per disinnescare e far brillare un ordigno esplosivo rinvenuto nel Comune di Ortucchio. La bomba si trova in una zona di cava a confine con il Comune di Pescina e limitrofa alla SS 83. Bisogna tenersi pronti all’evacuazione, prevista per domenica 15 dicembre 2019. Le operazioni di disinnesco, infatti, dovranno essere svolte sul posto e dovranno essere eseguite in piena sicurezza per i cittadini e per gli utenti della strada.

Che cosa succederà? Gli artificieri provvederanno a disinnescare la bomba, per farla diventare un innocuo “contenitore di materiale esplosivo”, trasportabile in sicurezza, in altra zona (in località “Arciprete” a Ortucchio) per il suo brillamento. Però, se le operazioni preliminari di disinnesco non riuscissero, gli artificieri potrebbero farla brillare nella suddetta zona di cava ad Ortucchio. Quindi, il giorno prestabilito e comunicato, i cittadini interessati dovranno dare la massima collaborazione e dovranno allontanarsi dalla zona di pericolo, entro il raggio di 1,8 km, che sarà comunicata e segnalata.

Già adesso possiamo dire che si tratta dei cittadini di San Veneziano a Gioia dei Marsi, degli abitanti delle Case Rosa e del Borgo Rurale a Ortucchio, e degli abitanti delle case sparse, site sulla SS 83 tra Venere di Pescina e Ortucchio. Essi dovranno allontanarsi dalle loro case, dopo aver chiuso le imposte e le forniture di luce e gas, allontanato i veicoli e gli animali, e riparato attrezzature e oggetti, specie se infiammabili. Per ora possiamo indicare, come orario per l’evacuazione, le ore 7:30 in punto, e fino alle ore 17:30 i cittadini non potranno fare ritorno nelle loro case, salvo il via al rientro anticipato o salvo complicazioni. Ma si ripete che la data e l’orario esatti saranno confermate martedì prossimo, quando saranno adottate le ordinanze di evacuazione dei Sindaci.

Chi potrà andare a fare una gita fuori porta, vada ma dovrà uscire di casa entro le 7:30; chi potrà ospitare gli amici e i parenti, fuori della zona di pericolo, lo faccia. Chi ha anziani e disabili in situazione di difficoltà lo comunichi all’ufficio di Polizia locale, che ha già curato il censimento delle persone fragili. Saranno contattati per gestire la loro evacuazione e collocazione. Per tutti, il Comune terrà aperta la palestra della scuola media e la mensa scolastica presso la scuola elementare.

Sarà necessario comunque attrezzarsi con indumenti comodi e caldi, cappelli, sciarpe , guanti, ecc. e con cibi, documenti, medicinali, autovetture, perché non sarà possibile rientrare nelle case prima di aver ricevuto il via libera dalle autorità. Pensate anche agli animali domestici, perché potreste tornare a casa solo nel tardo pomeriggio. Alcuni cittadini riceveranno prescrizioni particolari: allontanamento della mandria di bovini; chiusura dell’attività commerciale, dell’attività produttiva, ecc.

Dovranno fare attenzione anche i cacciatori e gli sportivi intenti in escursioni in montagna, nella zona entro 1,8 km dalla suddetta cava ed entro 1,8 km dal posto del brillamento, se sarà diverso. Tenetevi informati, per la prossima settimana, e siate pronti a dare collaborazione per l’evacuazione, appena vi saranno comunicate, in modo definitivo, la data e l’ora per l’evacuazione e per il rientro. Tutti gli altri cittadini e utenti della strada dovranno rispettare le disposizioni per la circolazione stradale, che saranno adottate dagli organi competenti.

Le strade interessate sono: la SS 83, tra Venere e Gioia dei Marsi e all’ incrocio con la SP 17 per la deviazione del traffico da Pescasseroli e Pescina e viceversa, la circonfucense, tra Ortucchio e Pescina-San Benedetto; la SP Magoranese tra Lecce e Gioia e tra San Veneziano e la SS 83; varie strade comunali. Tutti i cittadini sono invitati ad evitare il transito nei tratti liberi delle strade, che saranno interdette al traffico, limitando l’uso degli autoveicoli alle necessità inderogabili.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend