Comune di Scurcola Marsicana

OGNI ANNO

Ogni anno
amo piantare alberi
segno di vita
di comunità
di pace.

Ogni anno
amo piantare alberi
con la compiacenza di mia madre
Che mi ricorda
del grande pino
piantato alla sua nascita.

Ogni anno
amo piantare alberi
per amore del creatore
che mi parla
con la voce della natura.

MIRACOLO

Colle dei Cappuccini
un’alba d’estate.
All’orizzonte
la luce novella del sole
sfiora appena
le cime dentate
del Sirente.
Tutto intorno
un grande silenzio,
rotto a tratti
dal canto degli uccelli.

Attendo assorto
che ad oriente
si rinnovi l’incantesimo.
All’improvviso
la punta dei cerchio di fuoco
sovrasta d’un niente
la cresta della montagna.
Si ripete
da sempre
un miracolo
di luce
di emozioni
di silenzi colorati.

Pace e preghiera,
ecco il segreto
per guardare
questo miracolo.

TU SAI

Quando perdo
le tue mani
tra le mie
accetti sempre
e non fai domande.

Sai bene
che ti parlo così
perché ho quasi paura
delle parole.

Ma quello
che provo per te
e che stento
a chiamare per nome
è simile
ad una primavera
che corre all’estate.

PAESE

Vorrei rivivere
il Paese della mia infanzia,
l’odore di pane,
appena sfornato,
la leggiadria delle giovani
con la conca in testa,
il canto dei mietitori
sotto l’arsura del sole,
il vociare animato
dall’osteria di Checco,
gli urli della morra
la notte della domenica.

Vorrei rivivere
almeno per un solo giorno
la Scurcola dei miei piccoli anni
con gli amici di allora,
quando ascoltavamo dai nonni
la grande battaglia
tra Carlo e Corradino
e la leggenda della mula bendata
che portò sotto il Castello
la bella Madonna angioina,
o facevamo la sentinella
ai prigionieri americani
fuggiti dal campo di Avezzano,
quando servivamo messa
con le ginocchia bianche
per il freddo e la stanchezza,
o facevamo il bagno
al fiume Imele
senza costume e senza imbarazzo,
prima di partire
alle soglie dei vent’anni
dal paese che ci fu dolce e inquieta culla.

avezzano t2

t4

Ogni anno - Miracolo - Paese - Tu sai
Ogni anno - Miracolo - Paese - Tu sai

avezzano t4

t5