Neurochirurgia, Di Pangrazio scrive al direttore sanitario della Asl per potenziare il reparto



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Potenziare l’Unità Operativa di Neuro-Traumatologia e Chirurgia Vertebrale dell’Ospedale di Avezzano”. E’ questa la richiesta che il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio, ha formalizzato attraverso una nota inviata al direttore sanitario aziendale della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, dott.ssa Maria Teresa Colizza.

“Il reparto rappresenta una struttura irrinunciabile per l’ospedale e per l’intero territorio. Sono i numeri che lo confermano – afferma il sindaco – oltre 2600 consulenze interne ed ambulatoriali, più di 200 ricoveri ospedalieri seguiti da circa 100 interventi chirurgici e tutto ciò con solo due unità mediche. Alla luce di questi dati e della determinante rilevanza che il reparto ha per la Marsica e non solo, considerato il vasto bacino di utenza che il SS. Filippo e Nicola copre, è assolutamente necessario e urgente che alla Neurochirurgia di Avezzano venga assegnata la terza unità, come del resto prevede la delibera della Regione Abruzzo che autorizzava l’assunzione di un terzo neurochirurgo e sulla quale lo stesso ex manager della Asl, Giancarlo Silveri, ci aveva più volte rassicurati. Ricordiamo, inoltre, che tra i requisiti che permetteranno all’ospedale di Avezzano di essere classificato “di primo livello”, c’è anche la presenza di Neurochirurgia; un reparto così determinate, quindi, per le modalità di servizio che offre al cittadino e per il contributo attivo nel bilancio della sanità provinciale, merita ulteriori sostegno e professionalità. Non si può più aspettare”.




Lascia un commento