“Nessun parli”, molte le proposte messe in campo all’Istituto Comprensivo di Magliano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Magliano de’ Marsi – E’ stata davvero una bella giornata: musica e arte hanno preso vita, come d’incanto, all’interno di tutti i locali dell’Istituto Comprensivo di Magliano; per un giorno, tutti gli alunni sono diventati artisti, cantanti, musicisti e ballerini. Il “Nessun parli…” indetto dal MIUR, per il 22 novembre, è stata un’occasione per gli studenti del nostro istituto per organizzare momenti nei quali tutti, bambini e ragazzi potessero dare liberamente spazio alla propria creatività.

La dirigente, professoressa Fausta Vivarelli nel suo discorso di saluto, ha voluto espressamente rimarcare la valenza educativa di queste iniziative, finalizzate a far emergere nei ragazzi quei talenti e predisposizioni che altrimenti rimarrebbero nascoste e non potenziate. Molte sono state le proposte che l’istituto maglianese ha messo in campo: la scuola dell’infanzia di Cappelle ha svolto le attività sul tema della pace e dell’amicizia; quella di Magliano ha lavorato sui colori dell’autunno.

I bambini della scuola primaria, sempre di Magliano, hanno eseguito colonne sonore di cartoni animati, sotto la sapiente guida del M° G. Rossi. La primaria di Scurcola è stata protagonista di uno spettacolo musicale liberamente tratto da “Pierino e il lupo” di Prokoviev, allestito nell’aula consiliare del comune, sotto lo sguardo attento ed emozionato dei genitori. Il M° A. Adinolfi, ha guidati i ragazzi della secondaria di I grado di Cappelle e di Magliano nell’esecuzione di vari brani, alternati a momenti di recitazione e riflessione sui temi della pace e dell’incontro tra i popoli.

L’ incontro tra tutti gli studenti c’è stato davvero quando, nel cortile della scuola, i ragazzi hanno dato spazio alla loro infaticabile creatività con un’estemporanea di pittura diretta dal professor Torres. Laboratori di manualità anche per la secondaria di Cappelle in cui sono stati realizzati oggetti vari con cannucce di carta. L’ energia di grandi e piccoli artisti ha dato vita a suoni e colori che hanno galvanizzato tutti i presenti, docenti, genitori, personale o semplici curiosi che hanno potuto sperimentare come la scuola, la scuola dei nostri figli sia veramente laboratorio di idee di persone e di futuro.




Lascia un commento