Muore a poche ore di distanza dal padre, familiari presentano esposto in Procura e chiedono l’autopsia

Avezzano – Vogliono sapere la verità i familiari di Alberto Valentini, il 43enne di Tagliacozzo morto, lo scorso 16 aprile, all’ospedale di Avezzano, a poche ore di distanza da suo padre. Tramite i suoi legali, gli avvocati Luca e Pasquale Motta, la famiglia ha presentato un esposto in Procura. Negli atti si chiede di accertare e valutare se, nei fatti, atti e comportamenti, siano rinvenibili fattispecie penalmente rilevanti procedendo, in caso affermativo, nei confronti dei soggetti responsabili.

Si chiede, altresì, di effettuare necessariamente l’autopsia sul cadavere del giovane e, nel contempo, acquisire tutte le cartelle cliniche in modo da valutare se vi siano stati errori o omissioni da parte di qualcuno. Alberto Valentini era stato ricoverato il 9 aprile scorso presso l’ospedale civile di Avezzano e, stando a quanto riferito dai familiari, prima di contrarre il virus non aveva mai sofferto di malattie importanti ed anzi era un vero e proprio sportivo. “Fino al 16 aprile le sue condizioni di salute erano relativamente buone. Improvvisamente, ed in maniera davvero inspiegabile, peggioravano e nell’arco di un paio d’ore decedeva”.