t1

Comune di Luco Nei Marsi

t2

Testi a cura del prof. Giuseppe Grosssi maggiori info autore
(ore 3 circa).

Si segue la Via dei Pozzi fino al bivio per Via Longagna e successivamente alla base della bassa collina caratterizzata dal Parco di S. Leonardo, dove si può lasciare la macchina per proseguire a piedi.

L’ascensione per il Monte Longagna (quota 1769) ha inizio dalla Fonte di San Leonardo, una scarsa fonte ridotta a fontanile. Si prosegue poi lungo il sentiero (sulla sinistra fondazioni di una torre quadrata medioevale) fino a raggiungere il bivio a quota 950: sulla destra la Strada dei Centopozzi, la più comoda e larga, che permettere di osservare a quota 1350 delle numerosissime e profonde fenditure dovute a processi di dissoluzione del calcare locale, le Centopuczze citate come neviere nel medioevo ed usate dai luchesi in passato come luogo per il prelievo del ghiaccio utile per la cura di malattie febbrili; sulla sinistra la Strada per Le Fonti Longagna, più stretta e ripida che permette di raggiungere a quota 1375 le più importanti sorgenti del territorio luchese e la vicina Grotta d’Orlando, cavità legata ai popolari “tesori” dei briganti, ma il cui nome va collegato ai medioevali miti dei cavalieri di Carlo Magno.

Raggiunta la vetta si può osservare tutto il territorio del paese, la lussureggiante pianura Transaquana e la rigida geometria dell’alveo fucense.

avezzano t2

t4

Monte Lavagna e Centopozzi

t3

avezzano t4

t5