Emergenza sanitaria, Di Natale: “Le misure adottate non sono servite a molto. Soprattutto se nel frattempo è stato concesso di frequentarsi nelle proprie abitazioni e in tutte le situazioni possibili”



Aielli – Una riflessione del Sindaco di Aielli Enzo Di Natale sull’attuale situazione dell’emergenza sanitaria ed in particolare sulla chiusura delle scuole, dei luoghi di cultura e dei ristoranti disposta dalle autorità nazionali e regionali.

È stato ingenuo pensare che, per piegare la curva dei contagi, bastasse chiudere scuole, luoghi di cultura e ristoranti. In molti di quei luoghi sarebbe stato possibile rispettare perfettamente il distanziamento sociale, con regole e disciplina” afferma il Sindaco.

Basta vedere i dati, per esempio quelli delle province abruzzesi più colpite, per accorgersi che queste misure non sono servite a molto. Soprattutto se nel frattempo, sia ai ragazzi che agli adulti, è stato concesso di frequentarsi nelle proprie abitazioni e in tutte le situazioni possibili” conclude Di Natale.