Messa in sicurezza A24 e A25, Marsilio: “preoccupazione per ripercussioni in attesa della nomina del nuovo commissario”



Abruzzo – In una lettera inviata al presidente del Consiglio, Mario Draghi, e al ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha espresso la “forte preoccupazione e il rammarico” perché, alla scadenza della proroga dell’incarico all’ingegner Maurizio Gentile nel ruolo di commissario straordinario per la messa in sicurezza antisismica delle autostrade A/24 e A/25, ancora non è stato firmato il DPCM di nomina del nuovo commissario, nella persona dell’avvocato Marco Corsini. Il presidente Marsilio ha ricordato che l’individuazione del successore dell’Ingegner Gentile è nota da tempo.

Ciò nonostante si rimarrà in un periodo di vacatio lungo, in quanto dopo la firma il decreto stesso dovrà essere ammesso al vaglio della Corte dei Conti, prima di essere pubblicato e diventare esecutivo. Il rischio paventato dal presidente Marsilio è quello del blocco di tutte le attività in corso per la messa in sicurezza del tracciato autostradale con conseguenti ripercussioni anche sulle attività che si stanno portando avanti per la messa in sicurezza del sistema idrico del Gran Sasso senza tralasciare la questione relativa al paventato aumento dei pedaggi. Il presidente de Marsilio ha quindi chiestoun tempestivo ed autorevole intervento affinché si sblocchi la situazione e si proceda con la massima celerità alla nomina del nuovo Commissario”.

Fonte: Regione Abruzzo


Leggi anche