L’angolo del Beauty - Bellezza

MARIANETTIMED: ADDIO ALLE RUGHE… E AGLI AGHI CON IL PRX-T33

MarianettiMed: Addio alle rughe… e agli aghi con il PRX-T33

Oggi la medicina estetica, grazie al peeling lifting Prx-T33, garantisce a tutti un volto più giovane senza sottoporsi a procedure invasive

Sono molteplici le ragioni che possono spingere una donna a rinunciare ad un aspetto più giovane: paura di un intervento troppo invasivo, timore dell’anestesia  o di un risultato non soddisfacente, la paura degli aghi e non ultima il protrarsi di post trattamenti limitanti per la vita sociale. Ma quale strada intraprendere per evitare gli aghi o peggio il lettino chirurgico? Una risposta ci arriva dalla medicina estetica, con il peeling-lifting Prx-T33, adatto a chi vuole riacquistare una pelle soda e giovane come ci conferma la Dott.ssa Cristiana Bianca, chirurgo maxillo facciale, esperto di medicina estetica nella Beauty Clinic MarianettiMED di Avezzano.

In cosa consiste questo trattamento?
Il trattamento con i Prx-T33 è una sorta di biorivitalizzazione cutanea della pelle senza aghi, ovvero una procedura che mira a stimolare i nostri fibrillasti a produrre più collagene ed elastina, sostanze che donano struttura e consistenza al derma, che con l’età e il foto-invecchiamento tendono a diminuire. L’applicazione, assolutamente indolore, di tali sostanze biostimolanti avviene attraverso un messaggio cutaneo profondo in più passaggi. 

Ideale per visocollo e décolleté, questo “peeling-lifting”, assolutamente innovativo, può sostituire o integrare l’efficacia delle classiche biorivitalizzazioni eseguite con aghi e dei trattamenti con le apparecchiature medicali (ex. Laser o radiofrequenza), offrendo un risultato ottimale senza il rischio di incorrere nei possibili fastidi spesso correlati alle infiltrazioni come le ecchimosi.

MarianettiMed: Addio alle rughe… e agli aghi con il PRX-T33

Da cosa è composto?
Questa speciale soluzione è un mix di acidi: acido tricloroacetico al 33% in combinazione con acido cogico e perossido di idrogeno. Ciò consente di sfruttare al meglio l’azione ristrutturante del tricloroacetico senza però accollarsi gli effetti negativi di un acido piuttosto forte. 

Come avviene il trattamento?

Al momento dell’applicazione la pelle viene detersa in profondità. Il medico stende la sostanza attiva sul viso, sul collo e sul décolleté avendo cura di tralasciare i punti in cui la pelle è più sensibile (il contorno occhi, le ali del naso e le commissure labiali). Per rendere più profondo l’assorbimento la sostanza viene massaggiata. Si applicano successivamente in maniera sequenziale e senza interruzioni ulteriori strati (dai tre ai cinque) che variano nel numero, a seconda della sensibilità della pelle.

Successivamente cosa è necessario fare?
Rimosse le sostanze acide il medico, neutralizza le stesse con l’acqua e successivamente applica una crema lenitiva, idratante: una sorta di primo soccorso a una pelle che ha subito un leggero shock. Il trattamento è terminato.

Precauzioni dopo il trattamento?

Nei giorni seguenti, se la pelle è stata debitamente idratata secondo le indicazioni del medico, non vi saranno segni visibili; Potrebbe solo notarsi una leggera esfoliazione superficiale, evenienza però molto rara. Fondamentale, la protezione dal sole: spf 30 in città, spf 50 in spiaggia.

Quando vedo il risultato?

I primi effetti, subito evidenti riguardano la superficie cutanea, e sono legati in modo più tradizionale all’effetto esfoliante e rinnovatore del peeling. La pelle di viso collo e décolleté diventa subito più luminosa, le macchie si schiariscono e anche le microrugosità si riducono.
All’effetto immediato superficiale si aggiungono gli effetti più profondi di idratazione e tono. Sono dovuti all’azione dell’acido tricloroacetico: penetrando nel derma va a stimolare le cellule fibroblastiche a produrre nuovo collagene. Questo, insieme all’acido ialuronico, è il responsabile della densità, della compattezza e dell’idratazione della pelle, della sua elasticità. Ecco perché oltre all’effetto profondamente idratante si aggiunge quello di tonificazione cutanea.

MarianettiMed: Addio alle rughe… e agli aghi con il PRX-T33

Quali sono i vantaggi di questo peeling?
E’ un trattamento assolutamente indolore e ripetibile, non è fotosensibilizzante e può quindi essere effettuato anche di estate, da risultati immediati ed è un trattamento “social” in quanto non lascia tracce visibili non obbligandoci quindi ad interrompere le nostre attività quotidiane.

Quante sedute sono necessarie?

È importante sottoporsi ad almeno tre sedute. Gli appuntamenti devono essere presi a distanza di 15 giorni l’uno dall’altro. L’intero ciclo può essere ripetuto, per esempio dopo l’estate.

Dove posso effettuare il prx-T33?
Il trattamento è disponibile presso la nostra clinica di medicina estetica MarianettiMED ad Avezzano (Aq).

MarianettiMed: Addio alle rughe… e agli aghi con il PRX-T33

La rubrica è gestita dal Dott. Tito Marianetti, chirurgo maxillo facciale della clinica di medicina estetica e odontoiatria MarianettiMED di Avezzano (AQ).