Macchinario dell’elettromiografia rotto da mesi all’ospedale di Avezzano: “I ricoverati vengono portati a L’Aquila”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Sono arrivate numerose segnalazione alla nostra Associazione che riguardano la rottura
del macchinario ormai obsoleto dell’elettromiografi
a”. Lo scrive il Tribunale per la difesa del Malato in una missiva indirizzata al Direttore Generale della ASL Avezzano-Sulmona L’Aquila, al Direttore Sanitario, al Direttore Amministrativo e al Responsabile del P.O. di Avezzano.

“I cittadini ci hanno comunicato che sono ormai mesi che il macchinario è rotto e sono stanchi di tornare a chiedere se è stato riparato ed avere sempre la solita risposta. Ripassi tra 15 giorni e vediamo. Inoltre cosa ancora più assurda attualmente se un ricoverato della Marsica deve fare un esame elettromiografico viene preso e caricato su una ambulanza per poi essere portato a L’Aquila.
Non crediamo ci sia cosa più assurda e dispendiosa di questa. Chiediamo alla ASL N1 di provvedere ad una tempestiva risoluzione del problema, considerando l’ampiezza della Marsica e il bacino di utenza che tale ospedale dovrebbe servire”.

Nota stampa Tribunale per la difesa del Malato