Luco dei Marsi, scintillante avvio per il G7 dell’Agricoltura: fino a mercoledì convegni, sapori, cultura



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

 

 

Partenza “col botto” per il primo “G7 dell’Agricoltura e del Cibo –  quale agricoltura, quali tecnologie, quale cultura” a Luco dei Marsi. La manifestazione, organizzata  dall’Amministrazione in cooperazione con il Tavolo Verde permanente per l’Agricoltura e il patrocinio del Mipaaft e della Regione Abruzzo, animerà il centro marsicano fino a mercoledì 5. Un vasto pubblico ha accolto nella sala consiliare, giovedì 29, l’inaugurazione dell’evento, con la presentazione ufficiale del Tavolo Verde, composto dai rappresentanti istituzionali, dai rappresentanti del mondo della scuola e del Consorzio di Bonifica, dai giovani agricoltori, dalle aziende alle associazioni di categoria. Presenti docenti e studenti dell’Istituto Tecnico per il Turismo “A. Argoli” e dell’ISS “A. Serpieri”, che partecipano al G7 anche con il progetto di alternanza scuola-lavoro.

La sindaca Marivera De Rosa ha proceduto all’ideale taglio del nastro e ha rimarcato  come la costituzione del Tavolo Verde e il G7 siano tasselli importanti in un più ampio progetto di valorizzazione e promozione dell’agricoltura, “settore primario e risorsa fondamentale per il paese, e che, anche attraverso lo sviluppo tecnologico in costante avanzamento, potrà offrire sbocchi lavorativi preziosi per i giovani”, da invitare, ha sottolineato la Sindaca, “A tornare a un rapporto più autentico con la terra, e all’orgoglio di essere agricoltori”. Momenti di commozione per i partecipanti che hanno ricordato le donne vittime della violenza al cospetto della panchina rossa, collocata nel cuore del viale centrale di Luco dei Marsi lo scorso 8 marzo. Grande partecipazione per lo spazio culturale, che ha incluso la presentazione del libro “Cibo della miseria”, di A. Manzi, accompagnato dalla suggestiva performance di Alessandra Mosca e dalla zampogna di Francesco Sabatini, a cura dell’associazione Lucus, e l’inaugurazione della personale di Pasquale Bianchi, con l’avvincente intervento a cura di Maria Assunta Oddi. Centinaia i visitatori, ieri, alla Fiera di Sant’Andrea, in edizione speciale: profumi e sapori delle tipicità locali, stand dedicati ad artigianato, piante e fiori, associazioni, hanno animato il paese fino a sera.

Tra le novità, apprezzatissima la cooking room  “Sapori e saperi delle Terre Marse”, inaugurata giovedì, che proporrà un menu diverso in ogni giornata. Nella giornata di oggi, sabato 1 dicembre: al mattino visita alle aziende selezionate tra le eccellenze del territorio e alle 17.30, nella sala consiliare, convegno “Agrogeneration X, le alternative concrete per coltivare il futuro”, che vedrà vedrà tra i relatori il dottor Massimo Fiorio, già vicepresidente della Commissione Agricoltura alla Camera, la dottoressa Elvira Di Vitantonio, responsabile servizi Sviluppo della competitività e fondo di solidarietà della Regione Abruzzo, il dottor Fabio Di Pietro, esperto fondi strutturali, il dirigente dell’IC “I. Silone” di Luco dei Marsi, la dirigente dell’Istituto Tecnico per il Turismo “A. Argoli”, Patrizia Marziale, la dirigente dell’ISS “A. Serpieri” di Avezzano.

All’apertura del ristorante del G7, alle 20.00, spazio musicale con i Solaris. Il teatro Pro Missioni con Pierino Zì Frate accoglierà il pubblico, alle 21, nel salone delle suore trinitarie con la commedia: “Padre e padrone”




Lascia un commento