sabato, 6 , Marzo

In ricordo di Tonino Durante un bellissimo quadro con sassi dipinti a mano

“Su questa alta cima ora affilerò i cuori feriti lasciati laggiù”

Prima pagina

Liri, continua il fenomeno della schiuma maleodorante che da due settimane l’Emissario Claudio/Torlonia riversa nel fiume

Capistrello – A oltre un paio di settimane dalle prime segnalazioni della fuoriuscita di presunte sostanze inquinanti dall’Emissario Claudio/Torlonia, lo strano fenomeno, come lo definisce Ulisse Moretti nell’ennesimo video girato sotto la cascata, continua a produrre notevoli quantità di schiuma maleodoranti.

Lo sgradevole odore che persiste nell’area archeologica non consente ai visitatori di godersi  il paesaggio in tranquillità. Nella giornata di domenica infatti, alcuni turisti scesi a fare trekking lungo i sentieri dell’Emissario, sono tornati indietro sconsolati proprio per via del cattivo odore che nella mattinata era perfettamente percepibile già dai ruderi della ex Centrale Torlonia.

La situazione è tale da paventare il fondato rischio che le attività di natura sportiva e culturale che da qualche anno vengono organizzate da alcune Associazioni proprio nei luoghi dell’Emissario, potrebbero essere rinviate se non si troverà presto un rimedio.

Soltanto tre anni fa il FAI (Fondo Ambiente Italia) ha riconosciuto l’area archeologica come Luogo del Cuore grazie all’impegno di molti volontari che non si sono risparmiati pur di ottenere l’ambito riconoscimento. Certo, vedere un sito naturalistico e archeologico, deturpato in questa maniera, fa male a chi ci ha messo il cuore e ora vede vanificati tutti gli sforzi fatti.

Ultim'ora