LFoundry formalmente venduta, cambiano le prospettive, le congratulazioni del sindaco di Avezzano



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – LFoundry Srl e SMIC (Semiconductor Manufacturing International Corporation) annunciano oggi di aver stipulato un accordo vincolante per il quale il 100% delle quote di LFoundry viene venduto a Jiangsu CAS-IGBT Technology Co., Ltd.

Jiangsu CAS-IGBT Technology Co., Ltd. è un gruppo che opera nel settore dell’High-Tech. La compagnia ha come suo business principale quello della ricerca, del design e dello sviluppo di nuovi chip in ambito power, quali IGBT (Insulated Gate Bipolar Transistor) e FRD (Fast Recovery Diode).

“Stiamo preparando il terreno per l’inizio di una nuova era e ne siamo soddisfatti” dichiarano Sergio Galbiati e Guenther Ernst, rispettivamente Vice-Chairman and CEO di LFoundry. La capacità tecnologica e produttiva dello stabilimento di Avezzano (soprattutto focalizzato nel settore automobilistico, ma anche nella sicurezza e nel campo industriale, con applicazioni come sensori di immagine CMOS, smart power, memorie integrate e altro) fornirà a Jiangsu CAS-IGBT una piattaforma unica attraverso la quale far crescere le linee di business esistenti e quelle nuove che consentiranno un potenziale futuro di sviluppo per Avezzano potendo servire un insieme più diversificato di applicazioni”.

L’accordo siglato oggi costituisce il primo passo verso la formale acquisizione, la cui finalizzazione è prevista per la fine di giugno.

De Angelis:

“Mi congratulo con Sergio Galbiati, che si conferma una volta di più manager di assoluto prestigio internazionale con una grande visione del mercato globale. Lo ringrazio per avermi tenuto costantemente informato, anche ora che mi trovo per lavoro a Pechino, sull’evolversi della trattativa che ha portato all’accordo stipulato con la Juangsu CAS-IGBT Technology.

Non soltanto verranno salvati i posti di lavoro esistenti, ma grazie all’individuazione di questo nuovo potenziale mercato potranno essere sviluppate nuove linee di business in grado di valorizzare l’alta capacità tecnologica e produttiva dello stabilimento avezzanese e avviare così politiche di sviluppo ulteriore dell’azienda.

Un ringraziamento particolare lo rivolgo ai lavori di LFoundry e ai loro rappresentanti sindacali, perché in questa fase, sacrificandosi oltremodo, hanno dimostrato un grande senso di appartenenza, di responsabilità e soprattutto di lungimiranza, aiutando la proprietà a cogliere un risultato che non era né facile né scontato”.