Comune di San Vincenzo valle Roveto

Le reliquie dei santi costituivano il tesoro religioso della Chiesa ed erano oggetto di grande devozione da parte dei fedeli. Esse venivano esposte alla venerazione dei fedeli nelle grandi solennità dell’anno e il popolo vi faceva ricorso soprattutto nelle circostanze di pubblica calamita. Le reliquie della chiesa parrocchiale di Roccavivi figurano per la prima volta nella visita pastorale fatta dal vescovo Marco Antonio Salomone il 17 settembre 1593. Esse erano conservate in una cassa e il vescovo dopo averle esaminate raccomando che venissero custodite con cura.

L’elenco delle reliquie risale al 1615 ed e riportato nel Libro Verde dell’archivio della curia vescovile di Sora. In esso furono enumerate le seguenti reliquie: il latte della Madonna, un frammento della veste della Madonna, un pezzo di legno della Croce, di san Silvestro papa, una scheggia del Santo sepolcro, un pezzetto della porpora del Signore, di Sant’Agata, di Santa Maria Maddalena, di San Giovanni apostolo, di San Cristoforo, delle sante Perpetua e Felicita, di San Nicola, di Sant’Antonio Abate, di San Leonardo confessore, San Nicola. In un vaso di vetro erano custodite diverse reliquie senza nome rinvenute sotto l’altare della chiesa di San Paolo.

Testi tratti dal libro Roccavecchia

Testi a cura di Don Rocco Bifolchi

avezzano t2

avezzano t4

Le reliquie
Le reliquie

avezzano t4

t5