L’ASD Pucetta ha tre nuovi giocatori: Di Stefano, Di Virgilio e Mercogliano dal Paterno



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

L’ASD Pucetta è lieta di calare ufficialmente tre nuovi giocatori. Faranno parte della squadra di mister Corrado Giannini tre pilastri del Paterno della passata stagione: il difensore centrale, classe 90’, Nino Di Stefano, l’attaccante, classe ’94 Alberto Di Virgilio, il jolly offensivo, classe ’95, Nicolò Mercogliano.

Di Stefano viene dal Paterno, ma cresce nel settore giovanile del Pescara, prima di vestire le maglie della Sangiovannese, L’Aquila, Canistro in Serie D, Celano e Bellaria in Lega Pro e negli ultimi 4 anni indossa la casacca nerazzurra della società del presidente Di Gregorio. “Perché ho scelto il Pucetta? Devo dire che dopo quattro anni belli a Paterno, avevo perso un po’ di stimoli e sentivo il bisogno di ritrovarli, mettendomi un’altra volta in discussione… e credo che il Pucetta sia la società giusta” dice Di Stefano che prosegue: “Ho accettato il Pucetta perché mi ha convinto la serietà della società e della dirigenza. Ho sempre avuto stima nei confronti della mio nuovo club, perché sta dimostrando di essere una società seria e anche ambiziosa. Obiettivo? Non vorrei sbilanciarmi, ma dobbiamo almeno raggiungere i Play-Off. Di Virgilio e Mercogliano? Sono 2 grandissimi giocatori e sono contento di averli ancora come compagni di squadra.”

Anche Di Virgilio proviene dal Paterno. In passato veste le maglie del Capistrello in Eccellenza, Celano e Luco in Promozione (con la casacca luchese sigla 18 gol sotto la guida di mister Corrado Giannini) e per l’appunto quella del Paterno in Eccellenza. In nerazzurro mette a segno 11 reti con una media gol pari ad una rete ogni 125’. “Sono qui per il buon rapporto che ho con mister Giannini, per l’ambiente sano e per la società che mi ha fatto sentire importante, essendo stata anche la prima squadra a chiamarmi.” Queste sono le prime parole in gialloblù di Alberto Di Virgilio che prosegue “Obiettivi stagionali? Procediamo per step: prima raggiungiamo la salvezza e prima possiamo puntare ai Play-Off. Poi sarà più semplice assieme a Di Stefano e Mercogliano perché sono due giocatori di categoria superiore. Infine ci tengo a ringraziare sia la società che il mister, nella speranza di raggiungere quanto prima gli obiettivi prefissati.”

Mercogliano è capace di svariare su tutto il fronte di attacco visto che può giocare sia esterno che trequartista o addirittura mezz’ala. Vanta circa 60 presenze tra Avezzano e Celano in Serie D con 10 gol all’attivo. Con i biancoazzurri sigla ben 13 reti nel biennio 2013/2015. Nel 2016 approda al Capistrello in Eccellenza dove mette a segno 8 reti. Per quanto riguarda le giovanili, Mercogliano svolge la trafila tra la Valle Del Giovenco, Giulianova e poi Teramo. Al Pucetta Mercogliano ritroverà due amici delle giovanili come capitan Paolini e Castellani. Per lui scendere di categoria non è un declassamento perché “Per me dopo Serie D ed Eccellenza, questo sarà il primo campionato di Promozone. La scelta è improntata dal mio punto di vita personale a fare il meglio per tornare in Eccellenza. Un sogno sarebbe riuscirci con il Pucetta.” Idee chiare quelle di Mercogliano, che spiega anche i motivi che l’hanno spinto ad accettare il Pucetta. “Mi ha convinto la bontà del progetto presentatomi dal dg Ugo Petitta la prima volta che l’ho conosciuto, l’arrivo di giocatori importanti come Di Virgilio e Di Stefano e poi il progetto del nuovo campo in sintetico di prossima realizzazione. Obiettivi? Salvezza il più presto possibile e poi con la rosa che avrà il mister a disposizione, cercheremo di fare qualcosa di importante!”