L’Archivio di Stato dell’Aquila celebra Dante con la cronaca di Buccio di Ranallo



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

L’Aquila – Nel giorno di Dante, l’Archivio di Stato dell’Aquila si unisce alle celebrazioni per il sommo poeta seguendo il racconto di Buccio di Ranallo e mostrando i luoghi che richiamano alla memoria la terzina del XXVIII canto dell’Inferno:

…e là da Tagliacozzo,
dove sanz’arme vinse il vecchio Alardo;

Nei Piani Palentini, tra Scurcola Marsicana, Magliano dei Marsi e Cappelle dei Marsi, il 23 agosto 1268 si decisero le sorti del Regno di Sicilia, del Regno di Napoli e della Casa Sveva con la cattura di Corradino e la vittoria di Carlo d’Angiò. Tramonta così, con la morte del suo ultimo erede, il sogno imperiale dello stupor mundi.
Link: http://archiviodistatolaquila.beniculturali.it/index.php?it/175/danted-2021