L’antico busto in bronzo di Agrippina torna ad Alba Fucens



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Alba Fucens – Tra i reperti più interessanti rinvenuti in passato nell’area archeologica di Alba Fucens, vi è senza dubbio il piccolo busto in bronzo che raffigura Agrippina, la celebre moglie dell’imperatore Claudio, oltre che madre di Nerone.

Agrippina torna nuovamente lì dove fu ritrovata: ad Alba Fucens. La dottoressa Emanuela Ceccaroni rende noto che mercoledì 18 agosto, dalle 17:00 alle 19:00, sarà possibile ammirare il bustino di Agrippina presso l’area archeologica, all’ombra del grande frassino davanti alla basilica.

L’iniziativa, organizzata nell’ambito del Piano di valorizzazione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo, è consentita nel rispetto delle norme sanitarie vigenti. Vale la pena rammentare che l’antica scultura bronzea che ritrae Agrippina fu rinvenuta nel 1959 avvolta da un “grumo di terra“. Le concrezioni che avvolgevano l’opera sono state rimosse solo nel 1971.

L'antico busto in bronzo di Agrippina torna ad Alba Fucens