Amore e matrimonio ai tempi del coronavirus. Il sì di Marzia e Lucio

AvezzanoMarzia D’Ovidio e Lucio Eramo, una giovane coppia avezzanese, si sarebbero dovuti sposare lo scorso 19 marzo ma il lockdown, iniziato qualche giorno prima del grande evento, ha bloccato il loro sogno d’amore.

La coppia ha però deciso di posticipare il matrimonio di appena due mesi e di optare così per una cerimonia “riservata” e sobria. Il prossimo 11 maggio verrà infatti celebrato il loro matrimonio presso il Palazzo Municipale di Avezzano alla presenza dei soli testimoni. Fuori ad attenderli i genitori.

Abbiamo deciso di sposarci ugualmente perché vogliamo convalidare il nostro amore a prescindere dalla situazione che stiamo vivendo” ci confida la coppia “avevano organizzato tutto, il rito civile con tutti i nostri parenti ed amici, la grande festa al ristorante e il viaggio di nozze in crociera. Purtroppo non lo potremo fare. Siamo consapevoli che sarà un matrimonio diverso da come ce lo aspettavamo. Dentro la sala consiliare ci sposeremo solo con i nostri due testimoni, i nostri genitori dovranno attenderci fuori e non ci saranno invitati. Quando però sarà passata questa emergenza sanitaria faremo una grande festa con tutte le persone a noi care.

Molte coppie hanno deciso di rimandare il matrimonio a tempi migliori. Marzia e Lucio invece hanno voluto fare una scelta diversa, si sposano nonostante il coronavirus perché in fondo la vita non può aspettare e l’amore non si può fermare.