La rivincita di Angelo Persia, giovane campione marsicano di calcio



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Civitella Roveto – Una carriera nel mondo del calcio ancora tutta da scrivere per il giovane campione Angelo Persia, di Civitella Roveto, classe 1998, che oggi milita in serie C con il Teramo Calcio.

La sua storia calcistica inizia alla giovanissima età di 12 anni quando, dopo un’amichevole a Trigoria,  viene notato dall’osservatore della Roma Stefano Palmieri, che lo convoca, qualche giorno più tardi, dicendogli che l’anno successivo sarebbe diventato un calciatore della Roma.

Inizia così il suo sogno, quello di diventare un giocatore di serie A.

Purtroppo però il destino gli riserva un brutto scherzo, un grave infortunio. Il distacco della cartilagine del nucleo di accrescimento al bacino blocca il nuovo ed entusiasmante percorso nelle giovanili della squadra dell’allora capitano Totti e lo costringe a rinunciare al suo sogno.

Il pallone però è ancora nel destino di Persia. Dopo un periodo buio e difficile ricomincia a giocare con l’Avezzano Calcio in serie D ma, ben presto, decide di lasciare. “Non mi trovavo più in campo. Volevo smettere ed andare a lavorare nell’azienda di mio padre” queste le sue parole.

L’incontro con Federico Giampaolo, allenatore ed ex calciatore, cambia la vita e la carriera di Angelo.

Nell’estate del 2018 arriva il salto di categoria e il ritorno nel calcio professionistico con la squadra del Teramo.

Una trattativa nata grazie al mio procuratore ed il rapporto con Sandro Federico Ds del Teramo. Quando ho firmato ho ripensato a quando stavo per lasciare. Grazie al Teramo ho ricominciato a credere nel mio sogno. Adesso voglio raggiungere la salvezza con il Teramo e sono sicuro che possiamo farcela. Vorrei prendermi qualche rivincita e provare a riconquistarmi quel che mi è stato tolto”.

In bocca al lupo al giovane campione marsicano.