La ripartenza delle imprese abruzzesi passa dalla Russia. Protagonista un imprenditore marsicano



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Celano – La regione russa di Oryol sbarca in Italia con un progetto di marketing territoriale che sarà una grande opportunità per imprese e professionisti italiani. È stato firmato, infatti, lo scorso 21 maggio, un importante accordo sulla cooperazione nella realizzazione di progetti di investimento tra la Russa Oryol Region Development Corporation e l’Associazione per la Promozione Internazionale della Cultura Italiana (APICI), presieduta da Gianluca Stornelli, originario di Celano.

Il piano strategico di cooperazione, denominato “Due Aquile”, comprende, insieme al programma economico, scambi culturali e scientifici ed anche attività per lo sviluppo del business turistico. Apici concluderà con i russi due accordi di investimento: il primo progetto sarà per la produzione di cibo, in particolare pasta italiana, il secondo per la produzione di oggetti in ceramica.

“Siamo sbarcati in Italia – ha dichiarato Andrey Klychkov, governatore della regione di Oryol – per cercare partner, investitori e professionalità. In questo ambito si inquadra l’individuazione dell’associazione Apici con cui è stata firmato un accordo quadro. Il marketing territoriale è infatti lo studio delle possibilità di un territorio e l’individuazione di quali imprese possano meglio funzionare in quel particolare tessuto socio economico. La cosa senza precedenti è l’aver individuato come partner in Italia non un’istituzione pubblica, quanto un pool di professionisti ed imprenditori”.

“Riteniamo che per gli imprenditori abruzzesi in primis, ma anche del resto d’Italia, questa sia un’opportunità da non perdere – ha affermato il presidente dell’associazione Apici Gianluca Stornelli, imprenditore fortemente radicato nel territorio e con grande esperienza di business internazionale – si tratta infatti non di andare ad una fiera e sperare in un contatto più o meno casuale, quanto di far parte di un programma di sviluppo organizzato”.

Il progetto nasce con l’Abruzzo un po’ per caso e molto per volontà proprio di Stornelli. “Oryol in russo significa aquila, proprio come il nostro capoluogo di regione, e da qui il progetto ‘Due Aquile’. Il nostro territorio ha molto da offrire. Aumentare il valore aggiunto della produzione abruzzese è solo il primo passo”.