La Protezione Civile di Tagliacozzo ringrazia l’Assessore Guido Quintino Liris per lo stanziamento di fondi

Tagliacozzo – Il Presidente della Protezione Civile di Tagliacozzo, Christian Rossi, rivolge il suo ringraziamento all’assessore regionale Liris per lo stanziamento della somma di diecimila euro a favore del N.O.V.P.C. di Tagliacozzo. Contestualmente, Rossi compie un bilancio delle attività che il gruppo di P.C. di Tagliacozzo ha svolto nel corso del 2020. Questo il suo messaggio:

Un profondo grazie dalla Protezione Civile di Tagliacozzo all’Assessore al Bilancio della Regione Abruzzo Guido Quintino Liris per lo stanziamento di €10000 alla nostra Associazione. Dall’inizio dell’emergenza COVID abbiamo svolto più di 500 interventi di supporto alla popolazione nei Comuni di Tagliacozzo, Cappadocia, Massa D’Albe. Contestualmente oltre 1050 rapporti di attività di servizi giornalieri nell’arco delle 24 ore svolti per conto del Servizio Emergenze della Protezione Civile con un totale di forza impiegata di oltre 13000 presenze uomo.
Circa 100000 i km percorsi sulle strade dell’Abruzzo in tutte le attività logistiche a supporto delle ASL, medici di famiglia, Caritas, RSA. Le nostre strutture logistiche ed informatiche sono state impiegate nella campagna Regionale di Screening Provinciale e Bonus famiglia e nelle iniziative solidali quali “G Pizza Solidale” rivolta agli operatori Sanitari.
Un contributo importantissimo e fondamentale, l’unico ricevuto in contesto COVID da una P.A., per chi crede e fa solo del buon volontariato da sempre e senza interessi personali. Tutto questo ci permetterà di continuare in modo migliore la nostra attività per la gente di Tagliacozzo e per la gente d’Abruzzo.
Un grazie di cuore va a quelle persone ed attività commerciali che ci hanno sostenuto con contributi o donazioni di materiali per affrontare l’emergenza. Con l’occasione auguro a tutti voi ed a tutti i membri del NOVPC di Tagliacozzo un buon 2021, un nuovo anno di serenità e ripartenza dopo quello trascorso che ha portato nella nostra comunità malattia, morte e tanti disagi economici“.