La patata del Fucino in passerella al Vinitaly con i piatti dello chef Niko Romito



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano – L’Associazione Marsicana Produttori Patate – AMPP – sceglie il grande pubblico del Vinitaly per far conoscere la Patata del Fucino IGP e affida a Spazio, il format di cucina di mezzo creato dallo Chef Niko Romito, l’interpretazione di un menù creato ad hoc per questa occasione speciale. .

Un evento straordinario al ristorante del padiglione Abruzzo di 1200 mq che ospita oltre all’AMPP il Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo, il Consorzio Vini Colline Teramane e il Consorzio Vini Tullum.  Altrettanto straordinario il connubio tra Patata del Fucino IGP e Montepulciano d’Abruzzo.  

Un accostamento tra eccellenze del territorio combinato ad arte dalla brigata di cucina di Spazio  con due piatti:

  •  Gnocchi di Patate del Fucino IGP, pomodoro arrosto e ricotta scorza nera
  •  Vitello, Montepulciano D’Abruzzo e Patata del Fucino IGP 

Domenica 15, Martedì 17 e Mercoledì 18 aprile il servizio si svolgerà in due turni giornalieri da 100 posti, dalle 13:00 alle 14:30 e dalle ore 14:30 alle 16:00.

“La nuova storia della Patata del Fucino –  dichiara Sante del Corvo Direttore dell’AMPP – ha inizio con il recente riconoscimento IGP (Indicazione Geografica Protetta) che attribuisce al nostro tubero caratteristiche organolettiche ineguagliabili per “sapidità” e lunga “serbevolezza” date dalle proprietà del terreno e dal clima”. 

Il marchio IGP rende identificabile la produzione del Fucino a tutela del consumatore, spesse volte ingannato dai molteplici tentativi di spacciare per patate del Fucino quelle provenienti da altre regioni.

Il Fucino con la Patata IGP entra quindi a pieno titolo tra i luoghi vocati alle produzioni che formano il grande paniere dell’agroalimentare italiano.




Lascia un commento