La giovanissima avezzanese Ilaria Esposito esordisce in televisione, vestirà i panni di Romina Power

Avezzano – E’ giunta alla Redazione di Terre Marsicane una nota riguardo alla partecipazione di Ilaria Esposito di Avezzano, di appena 14 anni, ad una trasmissione televisiva dove vestirà i panni della famosa cantante e attrice Romina Power.

Si riporta di seguito la nota.

“I giovani e la televisione… come terapia per superare questo periodo, per distinguersi ed essere autentici. Il progetto nasce da un’idea di Marcy realizzato da Produzioni Televisive condotto da Paola Delli Colli e dalla giovane rivelazione dell’anno Matteo Indelicato e realizzato dagli studi televisivi di Gold TV Tecnopolo Tiburtino, Roma in onda ogni domenica alle 21:30 su BOM CHANNEL NAZIONALE canale 68 del digitale terrestre.

È un programma che riesce a far crescere nei giovani l’autostima e far sì che diventino dei veri leader nella vita sconfiggendo la timidezza e facendo trapelare le vere emozioni, che spesso sono celate attraverso un telefonino e riscoprire i rapporti umani per acquisire consapevolezza di sé.

I giovani saranno carichi di entusiasmo, energia positiva, per trasmettere ai telespettatori quella fragranza di colore, carisma, calore che solo i giovani sanno offrire con la propria giovinezza e la propria voglia di vivere.

Un varietà versione moderna di “NON È RAI”, dove i ragazzi sono liberi di esprimersi, una specie di Tik Toker rivisionato dove il fulcro del format è la presenza scenica.

Non è un Talent, non è un contest dove regnano litigi e competizioni,  ma un vero e proprio esternare quello che  si ha dentro.

Carichi e sentirsi padroni del palcoscenico lasciarsi andare in una gara a chi ruba più inquadrature, per far uscire fuori la propria personalità ed il proprio Ego autentici e veri.

È “una vera e propria terapia” per adolescenti che spesso si chiudono in se stessi, soprattutto tenendo conto del periodo che stanno attraversando con la Pandemia che incalza sulla loro psicologia, distruggendo ogni spiraglio di speranza per il futuro.

I giovani ne usciranno molto traumatizzati da questo periodo storico.

Con l’emergenza coronavirus è come se tutto passasse in secondo piano. La vita si è fermata, le luci della città sono rimaste lì da sole in mezzo al vuoto delle strade, le persone lentamente si spengono… Credo che l’isolamento di questi ultimi tempi, anche se giusto e necessario, “consumi ognuno di noi, togliendoci le armi che abbiamo trovato per riuscire a essere felici”. Per i giovani questo periodo è molto difficile e ogni giorno vorrebbero ritornare alla vita normale, quella vita di cui a volte ci si stancava, ma che ora hanno capito quant’è meravigliosa, piena di colori, di pensieri, di sorrisi, di attimi che restano. Tutto questo gli viene a mancare ora, sono chiusi in se  stessi e si sentono aridi e incapaci di sfruttare questo tempo.

Attraverso questo programma vorremmo essere in grado di “trasformare il grigio di questi giorni in qualcosa fuori dal comune” e riuscire a far trapelare nei giovani il filo di speranza che presto tutto tornerà come prima, ad abbracciarci, a gioire delle piccole cose, che solo ora abbiamo apprezzato, perché ci mancano i gesti più comuni, le cose più semplici. I giovani hanno esaurito tutte le risorse,  per quando tutto si accumula dentro il pensiero dei giovani che diventa “grovigli grigi di tristezza, rabbia e paranoie”, l’unica via di fuga è questo programma “MILLENIUM TV”.  Immedesimarsi nei personaggi ritrovarsi in studio, si immergono, in suoni e colori che li portano lontano ed hanno la sensazione,  è “come se il mondo svanisse”, lasciando spazio a uno spiraglio di luce che pervade tutto il  “grigio” che c’è intorno.

È allora che tutto sembra essere un brutto ricordo, con le performance in studio, la  musica di quei brani che ci hanno accompagnato nell’epoca dell’Italia che fioriva, in cui tutto era positività e crescita e sviluppo economico.

In questa situazione surreale, mi viene in mente quando al mattino si usciva di corsa, quasi non volgendo lo sguardo a chi si incrociava per strada, questa nostra frenesia oggi è stata fermata da un Virus.

E tutto ciò ci fa riflettere quando piccoli siamo davanti le avversità.

Una Pandemia che ha voluto farci riflettere sul benessere economico, sulla frenesia di tutti I giorni e ci ha imposto di fermarci.

Adesso nonostante tutto, riescono a vedere il mondo meraviglioso che li circonda e, anche se è un momento critico, non perdono la speranza di tornare alla vita ordinaria in cui “le strade sono piene di voci e di risate, e ci si può abbracciare stretti con i cuori che battono” all’unisono, dove la distanza non può separare nessuno dalle persone a cui si vuole bene.

Il messaggio di speranza per questi ragazzi è che tutto torni come è sempre stato, ognuno in grado di poter vivere la propria vita come meglio crede, senza essere obbligato a stare in casa a vedere il lento andamento delle lancette dell’orologio, sperando che il giorno dopo tutto sia finito. È vero, le lancette scandivano il tempo anche prima, ma ognuno le vedeva spostarsi seguendo il ritmo della propria vita, del proprio respiro. Ora no, ora si muovono tutte all’unisono, i tempi sono rarefatti; le giornate ormai, per quanto si possa essere originali, sono uguali per tutti.

In particolare una cosa sembrerebbe essere uguale per tutti: la paura!

Paura, ansia, terrore, angoscia, sono parole sulla bocca della maggior parte delle persone e sentimenti nei loro cuori. Io con questo programma, ho “voluto far dimenticare ai giovani protagonisti e ai nostri telespettatori” che “esiste un futuro che presto splenderà il sole” ed il grigio delle nostre menti sarà cancellato dell’armonia ed il calore di un abbraccio e tutto ciò sarà solo un brutto ricordo.

E tutti noi che abbiamo passato le giornate a contare i giorni che scorrevano, abbiamo capito che “Non tutto ciò che conta si può contare e non tutto ciò che si può contare conta”

Per essere felici con un semplice Abbraccio.

Molti personaggi della Televisione e dello spettacolo, hanno sposato questa causa, certi che il nostro messaggio di speranza è fiducia nel domani, abbia più valore e prestigio se trasmesso da  personaggi noti, quali la conduttrice e giornalista Alda D’Eusanio, la cantante Annalisa Minetti, il giornalista e conduttore Michele Cucuzza, l’attore Vincenzo Bocciarelli, i Coreografi André De La Roche, Steve La Sanche, figure che infondono e rinnovano nei giovani la forza ed il coraggio per superare il triste periodo continuare a sognare in un futuro migliore”.