La FP CIGL e UIL FPL vincono il ricorso contro il comune di Luco Dei Marsi

Luco Dei Marsi – A seguito del ricorso promosso dalla FP CGIL e dalla UIL FPL della Provincia dell’Aquila, il Giudice del Lavoro del Tribunale di Avezzano, con sentenza n. 2847 del 09-09-2020 ha condannato il Comune di Luco dei Marsi per condotta antisindacale ed ha ordinando la cessazione del comportamento illegittimo.

La storica sentenza, unica sul territorio Marsicano, è scaturita a seguito del mancato riconoscimento da parte dell’Ente dell’accordo sottoscritto in data 29.11.2018 in sede di contrattazione decentrata sul salario accessorio dell’anno 2018 del personale dipendente. 

Infatti in tale data i rappresentanti della parte pubblica e delle Organizzazioni Sindacali Territoriali FP CGIL UIL FPL e CISL FP e delle Rappresentanze Sindacali Unitarie, nel rispetto delle regole contrattuali, e dopo un esame attento di tutte le posizioni lavorative, concordavano unanimemente sulla ripartizione del  Fondo del salario accessorio sottoscrivendo il relativo verbale di approvazione.

A fronte dei numerosi tentativi da parte del Sindaco Marivera De Rosa,  di riaprire la trattativa  per rimettere in discussione tale accordo, i Segretari  Prov.li Anthony Pasqualone per la FP CGIL e Antonio Ginnetti per la UIL FPL, invitavano e diffidavano l’Amministrazione Comunale a dare seguito all’accordo sottoscritto da tutte le parti interessate.

Le OO.SS., quindi, si sono viste costrette a rivolgersi al Giudice del Tribunale di Avezzano per vedere riconosciuto il proprio ruolo, per tutelare le lavoratrici ed i lavoratori del Comune di Luco dei Marsi e per difendere il CCNL dall’attacco del Comune stesso. L’Amministrazione Comunale, con il suo comportamento,  ha tentato di determinare uno svilimento del potere contrattuale, del Sindacato e quindi una limitazione dei diritti dei lavoratori. 

Le OO.SS.  Territoriali e le Rappresentanze Sindacali Unitarie esigono che, nel rispetto di quanto disposto dal Giudice del Lavoro di Avezzano con la predetta sentenza,  vengano ripristinate immediatamente le corrette relazioni sindacali e che, pertanto, cessi, allo stesso tempo, il comportamento illegittimo assunto dall’Amministrazione Comunale.

Una importantissima vittoria ottenuta grazie al lavoro svolto con successo e competenza dall’Avv. Francesca Ramicone alla quale vanno i nostri più sentiti ringraziamenti.