La classe 1991 di Magliano dei Marsi festeggia i trent’anni



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Magliano De’ Marsi – La classe ’91di Magliano dei Marsi, la scorsa domenica si è riunita trascorrendo un’intera giornata di festa e di ricordi per i propri 30anni. I ragazzi, hanno deciso dopo un’incontro di formare un gruppo su WhatsApp, da lì la decisione di organizzare una rimpatriata. La giornata è cominciata con la cerimonia liturgica nella chiesa di Santa Lucia, officiata dal parroco don Emidio Cerasani.

Durante l’omelia si è rivolto ai trentenni, ha sottolineato l’importanza che può avere quest’età.” A 30 anni, più o meno già si può fare un bilancio al 70per cento per le cose belle e brutte già vissute.” Riportando il vangelo della Domenica come esempio, che parlava del cieco guarito, il quale chiama Gesù a gran voce”Figlio di Davide, Figlio di Davide abbi pietà di me”, lo esorta senza vergogna a chiedere aiuto al Signore.” Quando Gesù lo chiama lui si alza e gli dà il suo mantello, a quel tempo per le persone non vedenti era l’unica sicurezza. Come lui si è affidato a Gesù, anche voi chiamatelo nei momenti di avversità della vita.

Dopo la cerimonia la festa è continuata con un aperitivo allo snak bar e con il pranzo ai Cinque Pini. Spensieratezza convivialità gioia e ricordi dei bei tempi trascorsi tra i banchi di scuola, esperienze vissute e progetti futuri, intervallati e allietati da momenti di canti e musica.

Un particolare che non è passato inosservato, ognuno di loro indossava un girasole. L’idea è venuta alla trentenne Alessandra Santori, “il motivo di questa scelta è perché il girasole e’ solarità e’ estrosità e mette di buon umore è un elogio alla vita, come simbolo di perseveranza e felicità. Il mio augurio è quello di sorridere sempre alla vita, come il girasole fa con il sole”. Un particolare ringraziamento è stato rivolto alla fotografa Loretta Liberati.