Intossicati dalla mandragora finita tra gli spinaci, un lotto distribuito anche ad Avezzano

Avezzano – Nel napoletano una decina di persone sono state intossicate dalla mandragora, una pianta velenosa che, a volte, viene scambiata e confusa con gli spinaci o le bietole. Tra le comunità dell’area flegrea i Sindaci hanno già lanciato l’allarme: “Non consumate verdura sfusa“. Da quanto è stato possibile accertare fino ad ora, alcuni lotti sono stati messi in commercio da società di Forio d’Ischia, Aversa, Volla, San Valentino Torio (Salerno) e Avezzano (L’Aquila).

Le Asl dei territori coinvolti hanno bloccato l’alimento per effettuare campionamenti e analisi. La mandragora ha caratteristiche tossiche e allucinogene. Le sue proprietà sono note fin dai tempi più antichi. Era usata a scopo lenitivo, analgesico, anestetico e afrodisiaco, ma anche per le proprietà allucinogene. Purtroppo somiglia a piante più comuni e commestibili per cui sono già avvenuti casi di avvelenamento accidentale.

Leggi anche