Internet Day e l’importante lavoro dei ricercatori del centro Telespazio


Andò in scena nel lontano 29 ottobre 1969 il primo collegamento tra due computer diversi e distanti che era il primo nodo di una rete americana chiamata Arpanet, il cui scopo era abbastanza distante dal concetto di Internet che oggi conosciamo molto bene.
L’obiettivo del progetto era quello di creare un collegamento a una rete telematica mondiale che permettesse lo scambio di dati in ambito militare in tempi rapidissimi.

Circa vent’anni dopo, lo stesso scopo venne perseguito anche in Italia. A pochi passi dalla Torre di Pisa venne effettuata la prima connessione internet che ha collegato l’Italia alla rete Arpanet. Di fondamentale importanza per il collegamento fu il lavoro dei ricercatori del nostro centro Telespazio.

L’evento rivoluzionario fu infatti il frutto della collaborazione tra l’università di Pisa, l’Intalcable e le numerose infrastrutture satellitari messe a disposizione dal Centro Spaziale del Fucino.
In occasione dell’Internet day non possiamo che mettere in risalto il primato del nostro paese nell’ambito della connettività che arriva proprio dal nostro Telespazio.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Ancora un’anziana truffata nella Marsica con la scusa del falso incidente

Collelongo – Un’altra anziana è stata truffata nella Marsica con la scusa del falso incidente. Si tratta di una donna di Collelongo. A raccontarlo alla nostra Redazione è stata sua ...


Scadono i bonus e l’inflazione fa volare il costo dell’assicurazione dell’8,6%: in media 463,63 euro a veicolo

Brutte notizie per gli automobilisti; dopo il prezzo dei carburanti, anche il costo dell’Rc auto è tornato a salire tanto è vero che, come evidenziato ...

Avezzano, importante perdita d’acqua su via Marruvio

Avezzano – Un importante perdita d’acqua è stata segnalata ieri nel tardo pomeriggio su via Marruvio. L’acqua fuoriusciva probabilmente da una condotta danneggiata ed affiorava ...

Mar mediterraneo mai così caldo, Bernardi Meteo lancia l’allarme: “In autunno conseguenze importanti, o persiste la siccità o ci saranno eventi violenti”

Il Mar Mediterraneo ha raggiunto temperature record mai registrate prima e, secondo il meteorologo aquilano Stefano Bernardi, in autunno ci saranno conseguenze importanti da pagare. ...

Il “Camoscio d’Abruzzo” Taccone raccontato al Tagliacozzo Festival dal giornalista Federico Falcone

Tagliacozzo – Ribelle e genuino, affamato e generoso, combattivo e irascibile, schietto e impulsivo. In Vito Taccone abitavano tante anime diverse legate dal fil rouge ...