fbpx
domenica, 28 , Febbraio

“L’Eccellenza deve ripartire”, il gruppo social fa rumore nelle stanze dei vertici calcistici

Rimbalzo di responsabilità tra gli alti vertici del calcio, che ancora, dopo 4 mesi, si interrogano sulla ripresa dell'Eccellenza, non arrivando mai ad una...

Prima pagina

Incredibile perdita di acqua nella Marsica, Forum H2O “CAM intervenga appena possibile”

Marsica – CAM rimedi immediatamente, politica assicuri risorse per riparare la rete idrica colabrodo in Abruzzo. Perdite in Italia oltre al 47,9% (dati Istat): queste sono le grandi opere da finanziare altro che nuove strade o impianti da sci” con queste parole inizia il comunicato di Forum H2O in cui segnala un’importante perdita di acqua nella Marsica, tra Aschi e San Sebastiano.

Di seguito si riporta integralmente la nota di Forum H20.

“Una perdita impressionante di preziosa acqua in piena stagione estiva da una adduttrice principale, quella del Ferriera: è quanto si vede nelle immagini raccolte l’altro ieri durante una passeggiata lungo il fiume Giovenco da Sergio Rozzi, responsabile dell’associazione Erci team onlus, che ce le ha girate. Litri e litri di prezioso liquido vengono persi tra Aschi e San Sebastiano“.

“D’altro lato i più recenti dati dell’ISTAT certificano che in Italia gli acquedotti perdono quasi metà dell’acqua che trasportano, precisamente il 47,9% (https://www.istat.it/it/files/2019/03/Testo-integrale_Report_Acqua_2019.pdf). In Abruzzo ci sono aree in cui questa percentuale sale ancora”.

“Come Forum H2O, ringraziando per la segnalazione, non possiamo che chiedere all’azienda CAM di verificare e intervenire immediatamente per riparare questa enorme falla che, dalle prime informazioni che abbiamo raccolto presso amministratori locali, sarebbe stata segnalata da diverso tempo”.

“Visto il ripetersi di situazioni simili (si pensi al vastese o al Gran Sasso), con vere e proprie emergenze che coinvolgono decine migliaia di cittadini, è veramente inconcepibile pensare di spendere i fondi in arrivo dall’Europa o dallo stato per le solite grandi opere come impianti da sci (si pensi ai 12,8 milioni per i nuovi impianti di Ovindoli) e nuove strade invece che destinare i fondi a depuratori, riparazione delle reti idriche colabrodo, messa in sicurezza di scuole, ospedali ed altri edifici pubblici, manutenzione della rete viaria esistente, riconnessione ecologica e interventi sui dissesti idrogeologici, riqualificazione delle periferie”.

Immagini e video raccolte da Sergio Rozzi.

 

Latest Posts

Ultim'ora