In rete tutto il reparto offensivo e l’Avezzano batte 3 a 0 il Castelfidardo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Castelfidardo – Primi sorrisi del 2019 per l’Avezzano Calcio. Nello scontro diretto di bassa classifica della 22° giornata di Serie D, i biancoverdi dominano sul campo del Castelfidardo e si impongono per 0 a 3. In rete tutto l’inedito tridente di Giampaolo, che per la prima volta, si affida a Samb, Bruni e Padovani insieme.

La gara è certamente alla portata, contro un avversario sulla carta inferiore, ma nel calcio ogni partita è storia  sé e i marsicani interpretano al meglio il match, vincendo con convinzione contro l’ultima della classe.
Arrivano, dunque, tre punti che fanno prendere una boccata d’aria al club di via Ferrara e danno morale in vista del derby di domenica col Giulianova al Dei Marsi.

LA PARTITA

Per venti minuti la gara non prende il volo e le due squadre pensano più a studiarsi.
Al 21′ Padovani prova a dare una scossa al match, ma il suo destro è troppo centrale per impensierire il portiere avversario.
Al 25′ arriva il vantaggio ospite. De Roccis effettua un cross preciso sul secondo palo, ad attendere la sfera c’è il destro di Bruni che, di prima, fa 0 a 1 e realizza la sua prima rete in biancoverde.
Al 37′ si complica ancora di più la situazione per il Castelfidardo. I padroni di casa, infatti, rimangono in 10 per l’espulsione di Diouf causata da un brutto fallo su Di Nicola.
Come se non bastasse, al 42′ l’arbitro decreta un rigore per l’Avezzano che viene trasformato da Padovani. 0 a 2 e pratica che sembra archiviata per gli abruzzesi.

Nella ripresa è ancora l’Avezzano a creare di più, forte della superiorità numerica.
Nei primi cinque minuti Samb sfiora due volte la rete non inquadrando lo specchio della porta prima di sinistro e poi di destro.
Prova a prendere fiducia il Castelfidardo che, al 60′, va vicino al gol con un bel rasoterra di Severini.
Dopo questa occasione i marchigiani si spengono e lasciano campo ai lupi marsicani.
I novanta minuti scadono e la partita sembra dover terminare così, ma Samb vuole leggere il suo nome sui tabellini e allora sfrutta un calcio di punizione dal limite, allo scadere, per disegnare una traiettoria perfetta e mettere il cuoio sotto l’incrocio dei pali, primo gol a tinte biancoverdi anche per lui.
0 a 3 il risultato finale e tre punti importanti per Giampaolo.




Lascia un commento