In arrivo all’Interporto di Avezzano circa 1200 profughi dall’Afghanistan



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Si chiama “operazione Aquila Omnia” ed è stata messa a punto dal Ministero della Difesa italiano per portare in salvo persone dall’Afghanistan dopo il ritorno al potere da parte dei talebani. La macchina del soccorso e dell’accoglienza, in Italia e non solo, si è attivata immediatamente per fare fronte a una delle crisi umanitarie più gravi degli ultimi decenni.

Anche la Marsica risponde e si mette in moto: presto arriveranno presso l’Interporto di Avezzano circa 1200 profughi afghani. Un’operazione di aiuto attuata tramite il prezioso ruolo della Croce Rossa Italiana. Spostando queste persone ad Avezzano si intende decongestionare l’aeroporto di Fiumicino, lì dove atterranno da diversi giorni gli aerei provenienti dal Paese asiatico.

I profughi dovrebbero restare ad Avezzano per qualche giorno, il tempo necessario a permettere ai vari centri di accoglienza di potersi organizzare per ospitarli dignitosamente. Successivamente, infatti, ogni afghano sarà condotto presso la sua destinazione. Ovviamente tutti coloro i quali stanno arrivando dall’Afghanistan sono sottoposti a rigorosi controlli sanitari per evitare il pericolo di contagi Covid.