Imprese abruzzesi e crisi Covid. Mariani: “siamo ancora fermi ai contributi di dicembre”


Abruzzo – “A oltre un anno dallo “strombazzato” annuncio del decreto Cura Abruzzo 1 nel quale si promettevano numerosi aiuti a fondo perduto alle piccole e medie imprese abruzzesi per superare i danni economici causati al settore da lockdown e pandemia siamo ancora fermi a liquidare i primi contributi stanziati a dicembre scorso, con buona pace di quanti contavano su questo piccolo sostegno per programmare la ripartenza del settore”. Lo afferma il capogruppo di “Abruzzo in Comune” in Consiglio regionale Sandro Mariani.

Sono infatti diverse centinaia le partite Iva abruzzesi – prosegue – che ancora non hanno ricevuto nessuno dei contributi promessi dalla Giunta Marsilio grazie ai decreti Cura Abruzzo 1 e 2, una situazione francamente insostenibile per un settore, quello dell’artigianato e delle piccole imprese, che rappresenta il cuore della nostra economia.

Questo certifica, in maniera inconfutabile, l’inutilità di queste due misure che si sono dimostrate un semplice palliativo e non la panacea di tutti i mali come la “propaganda” del centrodestra voleva far passare, se non un vero e proprio “sperpero” di risorse pubbliche visto che sul territorio non vi è traccia degli effetti benefici di queste misure” continua, nella sua nota, Sandro Mariani.

A conferma di tutto questo l’impietoso rapporto redatto da CNA nei primi tre mesi del 2021 che certifica come l’Abruzzo sia la “Cenerentola” d’Italia nell’andamento delle imprese artigiane visto che in questo lasso di tempo hanno chiuso, nella nostra regione, per 267 attività del comparto con l’apertura di nuove partite Iva che registra un disastroso -15% rispetto allo stesso periodo dell’anno passato, quando invece la media nazionale fa segnare un +6%, testimonianza di come invece le altre regioni italiane si siano mosse nel modo giusto, dando così nuova linfa alle imprese artigiane” conclude Mariani che invita “il Presidente Marsilio e la sua maggioranza ad abbandonare “l’annuncite cronica” che ha colpito molti suoi esponenti e a rimboccarsi le maniche per turare i disastri causati dal fallimento dei decreti Cura Abruzzo 1 e 2”.

Fonte: Consiglio Regionale dell'Abruzzo

Promobox

Alla Scoperta Della Scuola Di Alta Formazione 'Sapere Aude': Aperte Le Iscrizioni Per I Nuovi Corsi Di Formazione

Tanti i percorsi formativi e di aggiornamento su scala nazionale che questa scuola, da oltre 6 anni, propone ai tanti corsisti che si immergono in nuove esperienze, ampliando il loro bagaglio culturale con passione e dedizione, grazie anche al lavoro di un team altamente qualificato e specializzato, vicino alle esigenze di ognuno di loro.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Protesta avvocati Avezzano, Fedele al loro fianco davanti al tribunale “il M5s non farà mai un passo indietro in questa battaglia a tutela della giustizia”

Avezzano – Presente anche il Consigliere regionale Giorgio Fedele all’assemblea degli avvocati tenutasi questa mattina davanti al Tribunale di Avezzano. “Siamo qui oggi per continuare a sostenere con convinzione questa battaglia.  Ad Avezzano, in ...


Chiusura tribunali abruzzesi, il neo eletto senatore Michele Fina(Pd): “Lavoreremo ad una soluzione definitiva”

Avezzano – “Appoggiamo la protesta degli avvocati, una soluzione strutturale è priorità di questa legislatura. Non appena sarò entrato in carica e non appena sarà ...

L’Aquila, salute mentale: il 10 ottobre screening gratuito alle donne

Postazione con i medici specialisti al centro commerciale L’Aquilone Lo scorso anno, su 211 casi esaminati, il 30% hanno mostrato depressione e la metà sentimenti ...

Ultimata la messa in sicurezza di un primo tratto della A25 dopo le segnalazioni di attraversamento di orsa Amarena e dei suoi cuccioli

Nel 2021, a seguito delle segnalazioni di attraversamento di Amarena e dei suoi cuccioli nella zona di Carrito, il Parco ha lavorato intensamente affinché venisse ...

Sofia, la bimba morta a Rocca di Botte, oggi avrebbe compiuto 6 anni: “continua a proteggerci”

Rocca di Botte – Nessuno può dimenticare la tragedia avvenuta a Rocca di Botte il 19 Ottobre del 2021: la piccola Sofia, una bambina di ...