Il soldato nascosto nel Monumento ai Caduti di tutte le guerre di Luco dei Marsi, opera dell’artista Pasquale Di Fabio



Luco dei Marsi – In Piazza Umberto I, a Luco dei Marsi, nell’agosto del 1996 è stato svelato il Monumento ai Caduti di tutte le guerre. Un’opera originalissima e preziosa realizzata da Pasquale Di Fabio, uno degli artisti più importanti e talentuosi della Marsica: era nato a Civitella Roveto nel dicembre 1927 ed è morto a Roma nell’aprile del 1998.

Di Fabio ha creato una scultura di grande impatto emotivo: un gruppo scultoreo in bronzo formato da due figure femminili, l’una alle spalle dell’altra, che si slanciano per lasciar volare due colombe, animali simbolo della pace. Accanto a una delle donne è presente anche la piccola statua di un bambino. Ma, oltre a questo, il Monumento ai Caduti di Luco dei Marsi nasconde altro.

Serve un po’ di attenzione, serve guardare al di là di quello che si vede in prima istanza. Serve guardare il vuoto, l’azzurro del cielo posto tra la figure delle due donne e del loro emblematico gesto di pace. Nel vuoto tra le donne si vede una sagoma. È lui, è il soldato nascosto del Monumento ai Caduti di tutte le guerre, una presenza/assenza, uno spazio fatto di niente che si riempie di significato.




Leggi anche