Giovagnorio, esprime solidarietà alla sindaca Morgante dopo le dimissioni di 6 consiglieri comunali



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Tagliacozzo – A seguito della decisione di 6 consiglieri comunali di dimettersi dalla carica a Scurcola Marsicana, a loro dire a causa del venire meno del rapporto di fiducia nei confronti della sindaca Maria Olimpia Morgante, il sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, ha deciso di esprimere la sua solidarietà nei suoi confronti.
Tra le parole di stima e ammirazione, il sindaco Giovagnorio ha voluto evidenziare la volontà della sindaca Morgante di rinunciare, durante tutto il periodo del suo mandato, alla propria retribuzione da sindaco, nonché la sua capacità di amministrare in un momento di grave difficoltà economica, con grande dignità e senso di responsabilità.
Riportiamo qui le parole del sindaco Giovagnorio nei confronti della sindaca Morgante: “Desidero rendere ONORE ad un GRANDE SINDACO Maria Olimpia Morgante con la quale ho avuto l’edificante esperienza di collaborare in questi 5 anni. Una Donna forte, coraggiosa, tenace, onesta, di saldi e sani principi… che ha affrontato le immani difficoltà di amministrare la propria Comunità e il proprio Territorio in condizioni inimmaginabili dovute allo stato di predissesto in cui il Comune di Scurcola ha versato fino a qualche mese fa.
Olimpia non ha esitato a rinunciare, in tutto il periodo del Suo mandato, alla Propria esigua retribuzione per mantenere servizi essenziali alla popolazione.
Forse non tutti hanno coscienza di quante problematiche un sindaco – ai giorni nostri – deve affrontare per degnamente condurre l’attività amministrativa a servizio del bene pubblico… e pochissimi credo abbiano contezza di cosa significhi svolgere questa missione con l’indisponibilità totale delle risorse economiche a causa dello stato di predissesto (che non certo è dipeso da Lei). Però Lei c’è riuscita, ha saputo traghettare il Comune della Città di Scurcola Marsicana attraverso un periodo di estrema difficoltà e l’ha fatto con grande dignità e senso di responsabilità!
Ora a tre mesi dalla scadenza naturale del Suo mandato è stata colpita alle spalle, Le è stato impedito di terminare l’opera iniziata e condotta con grande sacrificio!
Onore a Te, piccola Grande Donna, che Ti ergi con la Tua onestà intellettuale, con la Tua sincerità e con la Tua intelligenza, sopra le miserie, sopra i personalismi, sopra le inettitudini, sopra le maldicenze e l’ignoranza.
Robert Burton, nel 1621, considerava in “Anatomia della malinconia”: «Gli uomini sono malvagi, maliziosi, traditori, e insignificanti, non si amano l’un l’altro né amano sé stessi, non sono ospitali, caritatevoli o socievoli come dovrebbero essere, ma falsi, dissimulatori, doppiogiochisti, disposti a tutto per raggiungere i loro fini, senza pietà, senza compassione, e per trarre un beneficio non esitano a procurar danno al prossimo».
Viva Scurcola! Viva Maria Olimpia Morgante!”.