Il sindaco di Capistrello impone restrizioni anti-contagio sempre più rigorose

Capistrello – Il Sindaco di Capistrello, Francesco Ciciotti, con la sua ordinanza n. 23/2020, dà una stretta piuttosto rigorosa a diverse attività. La necessità di adottare tale strategia è stata dettata dall’attuale evolversi della situazione epidemiologica che richiede azioni di protezione urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza e dal fatto che, a Capistrello, negli ultimi giorni si registra un trend in aumento della diffusività dei contagi da Covid-19.

Secondo quanto si legge nel dispositivo dell’ordinanza, a far data da oggi, 24 ottobre 2020, vige:
– Il divieto di servire al banco ma solo ed esclusivamente ai tavoli durante l’orario di apertura di bar, pub, gelaterie, pasticcerie, circoli, ecc.
– L’affissione all’esterno del locale del numero dei posti massimi a sedere consentiti nel locale in base ai protocolli di sicurezza.
– Negli esercizi pubblici, l’obbligo di distanza tra le sedute di almeno 1,5 metri, il divieto di ingresso di ulteriori soggetti una volta esauriti i posti a sedere a disposizione, obbligo di mantenere un naturale ricambio di aria nei locali.
– La chiusura al pubblico del Parco Giochi Comunale.
– Il divieto di riunioni in presenza dei membri delle associazioni o società pubbliche e private.
– Il divieto di cortei funebri, di ricevimento di visite presso la residenza del defunto e/o dei suoi cari, di ulteriori cerimonie presso l’abitazione del defunto e/o dei suoi cari (quali per esempio: veglie, rosari, ecc.).
– Che gli ingressi all’interno del municipio avvengano solo ed esclusivamente dopo prenotazione da effettuarsi telefonicamente o tramite mail almeno il giorno precedente.