Ricordo del sindaco di Avezzano Sergio Cataldi e della sua importante azione politica svolta negli anni



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Alla presenza di molte personalità politiche marsicane (Giovanni Di Pangrazio, Vincenzo Giovagnorio Sindaco di Tagliacozzo, Massimo Verrecchia, Marco Natale, Bruno Di Cola, Umberto Occhiuzzi, Emilio Cipollone, Domenico Di Berardino, Fabrizio Ridolfi), si è svolto (15 Nov 2019) il convegno/commemorazione del già sindaco di Avezzano Sergio Catladi.

L’incontro moderato dall’avv. Alfredo Chiantini ha visto gli interventi di Giovanbattista Pitoni – vice sindaco e stretto collaboratore di Sergio Cataldi – e del figlio del politico avezzanese Stefano.

Fra commozione  e aneddoti storici, il parterre dei presenti ha evidenziato e ricordato l’importante azione politica svolta negli anni da Sergio Cataldi.

A lui è alla sua giunta si devono i progetti che oggi sono realtà cittadina:

  • L’istituto statale d’arte
  • L’istituto agrario
  • La scuola media di via Pereto
  • Il teatro dei Marsi
  • L’implementazione della rete fognaria e di quella elettrica
  • Il mattatoio cittadino
  • La lotta per il territorio attraverso la raccolta di 52.726 firme per proporre una legge sull’istituzione della provincia di Avezzano.

Alla presenza della moglie Prof.ssa Sandra e dei figli, tutti gli interventi hanno voluto evidenziare la centralità della politica fatta attraverso la partecipazione nei partiti politici, unica possibilità di rappresentanza e crescita sociale.

Attraverso la figura di Sergio Cataldi la chermesse #Dialoghi per Avezzano, che oggi ha avuto il suo battesimo propone un percorso teso alla costruzione dell’inclusività.

In questo periodo fatto di politica biodegradabile, con liste civiche capestro che durano nemmeno lo spazio e il tempo  di una campagna elettorale (per questo sistema biodegradabile), la politica deve ritrovare unione di intenti e logiche virtuose.

Tutti gli interventi sono serviti a evidenziare come – per i prossimi mesi – sarà necessario continuare a generare processi positivi e propositivi piuttosto che ad occupare spazi.

Sergio Cataldi, eletto sindaco di Avezzano per tre volte, lascia a questa città, a questo territorio (nonostante siano trascorsi trent’anni dalla sua scomparsa) la rivendicazione di un progetto teso a costruire un’identità territoriale, unita e coesa, che sappia mettere al primo posto i bisogni dei cittadini marsicani.