domenica, 11 , Aprile
spot_img

Prima pagina

C.A.I. di Avezzano e Società Geografica Italiana insieme sulla vetta del Sirente per il 140° anniversario della prima ascesa invernale

Avezzano – In occasione del 140° anniversario della prima ascesa invernale del Sirente di Enrico Abbate e di Edoardo Martinori (1881-2021), il C.A.I. di Avezzano e la Società Geografica Italiana insieme sulla vetta del Monte.

C.A.I Avezzano e Società Geografica Italiana sulla vetta del Sirente, per il 140° anniversario della prima salita invernale della vetta centrale da parte di Enrico Abbate, segretario e fondatore del C.A.I di Roma, ed Edoardo Martinori, socio e consigliere della Società Geografica” commenta la sezione di Avezzano del Club Alpino Italiano.

La Società Geografica Italiana, nel postare la foto scattata sulla vetta del Sirente, ricorda la storia dei due alpinisti: “La Società Geografica Italiana, in collaborazione con il C.A.I. Avezzano e con il Gruppo Regionale Abruzzo del Club Alpino Italiano (CAI Abruzzo), torna in vetta sulle orme di due celebri alpinisti ed esploratori. Nel 1881 Enrico Abbate, segretario e fondatore della sezione romana del Club Alpino, ed Edoardo Martinori, socio e consigliere della Società Geografica Italiana, scrissero la storia dell’esplorazione invernale dell’Appennino abruzzese, compiendo la prima ascesa assoluta nella stagione rigida delle vette del Monte Velino (2487 m), del Monte Sirente (2348 m) e del Gran Sasso d’Italia (2912 m)”.

Filiberto Ciaglia, collaboratore della Società Geografica Italiana e consigliere della sezione avezzanese del Club Alpino, in compagnia di altri soci del medesimo sodalizio ha ripercorso le tracce dei due alpinisti nell’itinerario pioneristico del febbraio di 140 anni fa. Partito da Vado Castello, in prossimità del borgo di Aielli, il gruppo è giunto in vetta percorrendo il versante meridionale della catena montuosa, attraverso il Vallone della Paura, cercando di intuire il tracciato esatto dalle pochissime foto a disposizione relative a quell’ascesa.
Giunti in vetta con un panorama limpido al punto da poter scorgere il Mar Adriatico in lontananza, i partecipanti hanno sventolato la bandiera della Società Geografica Italiana che, attraverso questa pregevole rievocazione, ripristina l’antico legame con il CAI – Club Alpino Italiano. I due sodalizi esercitarono un ruolo di fondamentale importanza nel patrocinio e nell’organizzazione di spedizioni di rilievo, le quali ampliarono con i loro risultati la coscienza geografica del mondo noto fino a quelle epoche. Si pensi alla spedizione “Stella Polare” guidata dal Duca degli Abruzzi verso il Polo Nord (1899-1900), o alla spedizione in Himalaya, Karakorum e Turchestan cinese con De Filippi e Dainelli (1913-1914) ed altre ancora. È in corso di realizzazione un mini docufilm sull’ascesa rievocativa del Sirente, con immagini riprese direttamente nel corso della salita alla vetta e interviste sulle vite di Martinori e Abbate, che prossimamente verrà pubblicato sulle pagine istituzionali della Società Geografica Italiana
” conclude.

- Advertisement -

Promo Box



segnalate

TERRE MARSICANE VIDEO