I monti di Luco dei Marsi su Google Street View grazie al Trekker Loan Program



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Luco dei Marsi –  Il Gruppo Scout AGESCI di Luco dei Marsi è lieto di annunciare la conclusione del progetto “Lo Zaino dei Sentieri”; dal giorno XX/XX sarà possibile visitare i sentieri e le montagne di Luco dei Marsi da ogni parte del mondo, comodamente navigando su Google Street View.

Nel Giugno dell’anno scorso i ragazzi del Clan Aldebaran del Gruppo Scout Luco dei Marsi 1, hanno aderito al Google Trekker Loan Program, mossi dall’idea che la promozione del nostro territorio passi dall’impegno di ognuno di noi.

Un centinaio i chilometri percorsi su notevoli dislivelli con il Google Trekker sulle spalle, uno speciale zaino che registra la traccia GPS e cattura immagini a 360 gradi.

Questo zaino iper tecnologico è dotato di 15 telecamere, che per settimane ha scattato decine e decine di foto panoramiche delle nostre bellissime montagne.

I siti catturati sono:

  • La Cunicella: dalle mura poligonali di Angizia fino alla chiesetta della SS Trinità, passando sulla storica mulattiera che per secoli è stata percorsa dai nostri avi;
  • Monte Bello: il sentiero, che si dirama dall’estremità sud orientale del paese, parte dal Borghetto, costeggia “Le Grotte” e sale oltre i 1500 metri slm per arrivare alla “Croce di Monte Bello”.
  • Monte Romanella: dalla fonte Fermentino fino ad una delle 3 vette luchesi sopra i 1700 metri slm;
  • Monte Alto: il ripetitore, i “Cento Pozzi”, la “Grotta d’Orlando” sono alcune delle bellezze catturate con il Trekker;
  • Monte Longagna: dalle sue fonti, alla vetta fino al sentiero che porta a Sant’Elia; Sentiero Frassati: dalla Madonna a Monte di Collelongo fino al valico di Sant’Elia. Sant’Elia: ed il suo lunfo sentiero fino alla cima di Longagna.

A portata di click sarà anche la totalità del parco San Leonardo, dalla così detta “fonte”, al “Punto Panoramico” fino alle aree sottostanti.

Un anno fa, a maggio del 2017, il Clan Aldebaran ha deciso di analizzare le varie sfumature della tecnologia, nei suoi aspetti positivi e negativi, interrogandosi sull’utilizzo personale che ognuno di loro ne faceva.

Stimolati dal voler cercare un utilizzo virtuoso e socialmente utile di internet e della tecnologia, i ragazzi insieme ai capi del Gruppo Scout Luco dei Marsi 1, hanno compilato il format per richiedere la partecipazione al Trekker Loan Program di Google.

Dietro al progetto c’è stato un lungo lavoro di studio dei percorsi e dei sentieri migliori, per ottenere una cattura ottimale e mostrare il meglio che le nostre montagne possano esprimere.

Nel realizzare questo progetto, chiamato dai ragazzi del Clan “Lo Zaino dei Sentieri”, ci siamo resi conto delle enormi potenzialità. Abbiamo appurato di essere tra le prime realtà italiane ad aderire a questo programma ed esse sono tutte zone ad elevato sviluppo turistico. Da Martedì 21 Agosto 2018 anche i nostri sentieri saranno on line sulla gallery di Google Street (www.google.com/streetview)

Per chi fosse totalmente a digiuno di internet, ecco quali possono essere i vantaggi di aver i nostri sentieri direttamente su Google Street View:

Da oggi sarà quasi impossibile dire “non conosco il sentiero per andare a Monte Bello”…basterà un qualsiasi smartphone e non ci si potrà perdere;
I sentieri saranno visibili ovunque nel mondo. Bellezze storiche e naturali che da Tokyo a New
York tutti potranno ammirare e magari scegliere di venire a visitare;

Progettare un’escursione sarà più facile che mai, potendo effettuare un sopralluogo comodamente da ovunque ci si trova (ciò non toglie che un’accurata pianificazione di qualunque escursione è sempre necessaria);

i responsabile del progetto ci tengono a ringraziare tutti i volontari che hanno collaborato alla cattura dei nostri sentieri, imbracciando il Trekker: Francesco Baldassarre, Andrea Angelucci, Cesidio Ciocci, Antonio Biancone e Fabiola Luciani.

Ringraziano inoltre tutti i partner che ci hanno permesso la realizzazione di questo progetto, Angelo di Gianfilippo, insostituibile video maker, che seguendoci in molte catture ha realizzato un documentario del progetto, Daniele Coccia e per la disponibilità sua e dei suoi mezzi, supporto logistico del CAI – Sezione di Luco dei Marsi, che ci ha agevolato nella pianificazione delle uscite.

Un plauso particolare è rivolto anche all’amministrazione comunale di Collelongo, nella persona di Rocco Venettacci, per il supporto tecnico informativo concesso.




Lascia un commento