Genitori di Stelle si ritrovano ad Ortucchio (video)



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa
Ortucchio – Si e’ tenuto durante la giornata di ieri, il raduno Nazionale dei ‘GENITORI DI STELLE’, che e’ un’ Associazione per tutti i genitori che hanno perso un figlio/a.
La giornata è iniziata alle 9 davanti la Chiesa di Ortucchio. I genitori sono arrivati da ogni parte d’Italia in pullman o in macchina, erano presenti le Associazioni dell’Abruzzo, Lazio, Puglia e Campania, ad attenderli il Parroco di Ortucchio Padre Riziero Cerchi, il Sindaco Favoriti e la comunità di Ortucchio, che gli hanno offerto una colazione di dolci e bibite varie.
Anche se non presente fisicamente, il Vescovo Pietro Santoro ha mandato il suo saluto personale per tutti i figli volati in cielo: ‘ Vi porto nel mio cuore di Padre’.
La cerimonia molto toccante e’ stata celebrata da Padre Riziero Cerchi insieme a Don Giosy, accompagnata dal coro della chiesa, diretto magistralmente dalla Prof.ssa Erika Gigli, i genitori delle stelle con i foulards dell’Associazione avvolti al collo con su scritto il nome dei loro figli, hanno sfilato lungo la navata della chiesa, per deporre la loro stella di cartone con il nome del proprio figlio/a, su dei cartoncini azzurri come il cielo posti ai piedi dell’altare.
Don giosy ha parlato di questo primo Avvento verso il Natale e la nascita di Gesu’, dicendo a tutti i genitori che ‘guardare i nostri figli in cielo non deve togliere nessuna bellezza della vita, oggi e’ l’Avvento, viviamo come se ogni giorno fosse l’Avvento, l’unione fa la forza, la fragilità crea tristezza, e i nostri figli vorrebbero vederci felici’.
Alcuni genitori hanno poi raccontato la loro storia, i Parroci hanno concesso ai responsabili delle Associazioni di dare la comunione a tutti i presenti come segno fraterno, ed infine il discorso del Sindaco Raffaele Favoriti che ha letto le parole di Sant’Agostino:
‘La morte non è niente’ 
La morte non è niente. sono solamente passato dall’altra parte, e’ come fossi nascosto nella stanza accanto.
Io sono sempre io e tu sei sempre tu, quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora, Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato, non Cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste. 
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme, prega, sorridi, pensami! 
Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.
La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto, e’ la stessa di prima c’è una continuità che non si spezza, perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? 
Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo, rassicurati, va tutto bene. 
Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata, asciuga le tue lacrime e non piangere, Se mi ami il tuo sorriso è la mia
Al termine della Santa Messa tutti i genitori si sono recati presso l’Hotel Ristorante Filippone per il pranzo.
L’ Associazione “GENITORI DI STELLE” nacque come supporto morale per i genitori che avevano perso un figlio/a, un percorso iniziato ad Ortucchio undici anni fa, dalla grande fede e volontà di aiuto verso tutti, sopratutto per i genitori colpiti tanto duramente, gesti che fecero distinguere il nuovo Sacerdote Padre Riziero Cerchi, da poco arrivato nel piccolo paese Marsicano.
Il percorso si concentro’ all’inizio solo con le famiglie della Parrocchia di Ortucchio che avevano perso i loro figli, “Un dolore immane della vita, metabolizzato con il sostegno della preghiera, per ritrovare la forza di andare avanti”.
In seguito Padre Riziero fece un gruppo di preghiera riunendosi una volta al mese con le famiglie, e con il tempo si aggregarono anche altre famiglie dei paesi limitrofi iniziando a seguire gli incontri facendosi forza l’uno con l’altro.
La tenacia di Padre Riziero riesce a costituire pian piano rapporti anche in altre città, fino a creare un’Associazione denominata ‘GENITORI DELLE STELLE’ riconosciuta dalla Diocesi dei Marsi e ufficializzata con altre Parrocchie e di altre esperienze a livello Nazionale.
Il Parroco iniziò a viaggiare in tutta Italia per raggiungere ogni gruppo e far visita insieme ai genitori alle tombe di tutti i loro giovani nei cimiteri, sostenendoli con la preghiera.
Dall’Associazione Genitori di Stelle,  nasce il tema dei suoi concerti, che inizia ad organizzare con lo scopo di dare un aiuto a tutte le persone bisognose e anche ad un’altra Associazione dedicata a persone che lottano ogni giorno le malattie gravi, denominata ‘Io sono ancora qua.