Fucino: “Pescatori di frodo nelle nostre acque” l’ASD Acque Fucensi “Chiamate i Carabinieri Forestali se li vedete”

Fucino – Impegno importante è quello che i membri dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Acque Fucensi compiono lungo i canali del Fucino. L’ASD Acque Fucensi ha sempre avuto a cuore la salvaguardia dei canali del Fucino e delle specie ittiche che vi dimorano. Perciò, spesso, i volontari controllano che lungo i canali non venga praticata la pesca di frodo. Nel caso ciò venga riscontrato, lo segnalano prontamente ai Carabinieri Forestali.

Purtroppo il fenomeno della pesca di frodo nel Fucino non è raro. Il Presidente dell’Associazione, Italo Cerasoli, ha dichiarato, infatti, alla nostra redazione:

“Sabato 30 maggio abbiamo colto dei pakistani che pescavano nel canale utilizzando delle reti e dei filaccioni e abbiamo segnalato ciò ai Carabinieri Forestali, i quali sono subito intervenuti su posto. Sabato scorso, invece, abbiamo visto dei rumeni che pescavano senza licenza le carpe, in questo periodo in cui la pesca alla carpa è vietata”.

Per sensibilizzare e far comprendere la gravità del fenomeno, l’ASD Acque Fucensi ha perciò scritto sulla propria pagina Facebook:

“Vogliamo fare un appello alla popolazione marsicana riguardo la pesca di frodo del canale fucense.

Girano pescatori di frodo nelle nostre acque, che senza alcun rispetto pescano con reti, tremagli o lasciano filaccioni dove le nostre amate Carpe trovano la morte.

L’appello è rivolto a tutti per il benessere del nostro ecosistema ed una Fauna millenaria rimasta! Chiamate immediatamente i carabinieri forestali se li vedete, non dobbiamo avere nessuno scrupolo per chi non rispetta ciò che è nostro, o per lo meno chiamate noi che provvederemo di conseguenza”.