Flashmob contro la chiusura della scuola “Sacro Cuore” di Avezzano Laurenzi (LEGA) “Saremo al fianco di genitori e docenti”

Avezzano-  Anche Laurenzi contro la chiusura della scuola “Sacro Cuore” di Avezzano
L’Istituto Sacro Cuore di Avezzano, icona e storia della nostra città e del nostro territorio, potrebbe essere una delle tante vittime di scelte governative scelerate e confuse”, tuona il Commissario Cittadino di Avezzano Lega-Salvini Premier Roberto Laurenzi “oggi saremo al fianco di docenti e genitori che con un flashmob pacifico rivendicano una pari dignità che va tutelata ad ogni costo.”
Respinti tutti gli emendamenti proposti in merito ai decreti nazionali ed impugnata la Legge Regionale 9/2020 che prevede un cospicuo aiuto al settore, prendiamo atto di una vera e propria discriminazione ideologica sulle scuole paritarie. Da mesi la Lega lancia questo grido d’allarme contro un Governo che sta condannando a morte oltre 12 mila istituti, con 900 mila allievi e 180 mila dipendenti”, continua Laurenzi “non possiamo permetterlo. Solo ad Avezzano contiamo ben 10 strutture con oltre 1000 studenti e 200 educatori. Non esistono lavoratori di serie A e di serie B. Tutti meritano rispetto e considerazione. In un momento di emergenza sanitaria come quello in atto, che ricordiamo non essere ancora concluso, la chiusura di una struttura fondamentale come della del Sacro Cuore comporterebbe inoltre un numero consistente di studenti che si riverserebbero sul sistema pubblico territoriale andando ulteriormente a compromettere il contenimento ed il distanziamento all’interno delle classi.”
“Continueremo a portare avanti questa battaglia sia con i nostri rappresentanti nazionali che a livello locale” conclude, “è in gioco la libertà d’educazione e il futuro dei nostri figli.”