Scoprono eternit abbandonato sul Monte Salviano, si attiva il servizio Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica della ASL



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Capistrello – Una canna fumaria in eternit ed altro materiale di risulta è stato rinvenuto sul Monte Salviano, lungo la strada che da Capistrello conduce al santuario. Il ritrovamento è stato immediatamente segnalato, da una cittadina, al dipartimento di prevenzione della Asl N°1, servizio igiene epidemiologia e sanità pubblica.

Stamane, ad uno solo giorno di distanza dalla denuncia, il dottor Vincenzo Grasso, dirigente del servizio igienico, e il dottor Fabio Schiavitti, tecnico della prevenzione, si sono recati sul posto per un sopralluogo.

Un intervento tempestivo da parte della Asl che porterà, una volta espletate tutte le formalità burocratiche, alla bonifica. Lo smaltimento di questi rifiuti speciali segue, però, un iter molto complesso e si stima che potrà essere rimosso non prima di un mese.

L’amianto costituisce un vero e proprio pericolo per la salute ed è causa del terribile mesotelioma. Le sue fibre sono molto volatili e, se inalate, hanno effetti gravissimi.